Home » Le anteprime mese per mese » Analisi: Anteprima/Mega di marzo 2013: Altri editori

Analisi: Anteprima/Mega di marzo 2013: Altri editori

Questo articolo proprio non mi va giù. Sto facendo una gran fatica a trovare cosa scrivere e, soprattutto, come scriverlo per non sembrare offensivo. Ci siamo tolti le novità Panini e RW Lion nei giorni scorsi e cosa ci resta? A grandi linee direi un bel niente. Le anteprime della Star Comics sono relegate a 8 facciate verso i tre quarti di Anteprima e vi giuro non c’è niente, dico NIENTE, di degno di nota. Non è vero. Qualcosina c’è. C’è Zetman 18, per esempio, e Uchu Kyodai 18… Possibile che le uniche cose interessanti siano in corso di pubblicazione da non meno di un paio d’anni? Un paio d’anni se ci va bene, vero Guyver? Seriamente Star Comics. Credo di avertelo già chiesto ma mi sento in dovere di insistere. Cosa ti è successo? Quale arcana magia, quale maledizione, quale malattia ti ha ridotta in questo stato? Spero vivamente esista una cura, altrimenti sono cazzi. Dico sul serio. Se sei arrivata a puntare su una stronzata scritta “dall’apprezzata assistente del maestro Hiro “Fairy Tail” Mashima” siamo davvero a posto. Personalmente non sono dell’opinione che bisogni per forza pubblicare cose nuove un giorno sì e l’altro pure. Anzi, mi sembra che la morbosa necessità che si respira ultimamente di lanciare nuove serie ogni mese abbia del patologico. Però se proprio uno lo vuole fare va bene. Tuttavia ci vuole un minimo di dignità. Di amor proprio, se preferite. Se c’è crisi e non avete i soldi per pagare diritti decenti, lasciate stare. Ci fate più bella figura. Colgo l’occasione per ricordare ai lettori che la Star Comics un tempo era una delle case editrici di punta in Italia, soprattutto per quanto riguarda il settore manga. Fidatevi. Era davvero così. Cosa ti è successo?

Passiamo ad altro che è meglio. La sezione RW Goen è come di consueto sottotono. L’unica cosa segnalabile è un altra versione manga di Batman, dal titolo Batman Child of Dreams. In 2 volumi. L’autore è quel Kia Asamiya che aveva, tempo addietro, tentato di annoiarci con quella copia malriuscita di Zetman intitolata Junk. Dico tentato perché non credo che in molti l’abbiano finito… Non mi piace assolutamente lo stile di disegno di questo tizio e non credo che prenderò questo fumetto, anche se potrebbe risultare (come detto il mese scorso per il Batman di Otomo) un esperimento interessante.

La Flashbook ci propone, invece Alice in Hell, di Jiro Matsumoto già autore del promettente Freesia edito da RW Goen. Su questo fumetto non mi sbilancio, vorrei solo porre una riflessione. Mi sono perso qualcosa? Che diavolo è questo proliferare di manga con riferimenti, rivisitazioni, adattamenti o altro di Alice nel Paese delle Meraviglie? Non mi direte che dopo maghi, angeli, vampiri e (ahimè) zombie ora è il turno dei bianconigli?

Ultima cosa. La Magic Press annuncia il secondo e grazie a Dio ultimo volume di 8.1 il teatro… Quella stronzata apocalittica che avevo recensito qualche giorno fa. Spero che non lo compri nessuno.

Chiedo scusa se questo articolo è risultato un po’ brusco. Sono stato poco bene in questi ultimi giorni, e dover parlare della pochezza di alcune case editrici non aiuta a tirarmi su. Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...