Home » Recensioni » Prison School. Punto. Porcheria. Punto.

Prison School. Punto. Porcheria. Punto.

Lasciamo un po’ da parte il fumetto d’autore per parlare d’altro. Ogni tanto fa bene sfogarsi e recensire qualcosa di davvero brutto, trovo che sia salutare e, in qualche modo, alleggerisce la tensione. Oggi vi vorrei parlare di una roba intitolata Prison School che, per citare il caro buon vecchio Farenz, non è un fumetto: è merda che caga merda. Credo che cose come questa abbiano l’unico scopo di rendere ancora più belli i fumetti belli, servono in definitiva come metro di paragone.

Partiamo dall’unica cosa passabile: i disegni. Sono passabili, appunto. Anche se a guardarli bene non sono nulla di speciale (e infatti ho detto che sono passabili, perché mi ripeto?): non sono particolarmente espressivi, non sono particolarmente curati, non sono particolarmente nulla. Sono passabili. Quello che mi lascia davvero perplesso è il character design. Va bene usare degli stereotipi, degli archetipi, ma quando è troppo è troppo. Dei 5 maschi presenti nella storia ci sono: il ciccione, il malato, il maniaco, l’amico scemo del protagonista e il protagonista che è il tipico protagonista. Capelli a caschetto neri, statura media, nessun segno particolare. Le ragazze poi sono anche peggio: c’è quella bellissima, quella tettona, quella bella dentro, quella bella e innocente, quella bella che sembra una bambina, quella bella e adulta. Nemmeno una brutta. Un coacervo di luoghi comuni. Mamma mia.

Ma il punto in cui veramente non ci siamo è la trama. Non che ci sia una gran trama: serve più che altro da sfondo e da pseudo-collante tra una scena e l’altra. Un po’ come in un film porno. Solo che se volevo una cosa tipo-film-porno guardavo proprio-un-film-porno. Tutto, ma proprio tutto, di questo fumetto ha un’unica finalità: buttare addosso al lettore una quantità smodata del fanservice più becero. Per chi non conoscesse questo termine spiego brevemente cosa significa “fanservice”: è quella pratica, comune soprattutto nei manga di qualità medio-bassa ma non del tutto assente nemmeno nelle opere di lignaggio più alto, di infilare delle immagini “eccitanti” a caso in mezzo alla storia, del tipo inquadrature dal basso per far vedere le mutandine o tizie a caso che girano inspiegabilmente seminude, o un capezzolo qua e là o simili. Questa cosa, in quantità ragionevoli, ci può anche stare. Ma quando è troppo è troppo. Stavamo parlando della trama. Cinque ragazzi con vaghe devianze sadomaso vengono ammessi in un collegio femminile governato da un comitato studentesco con esplicite devianze sadomaso. E da qui alla fine del volume il fumetto è una sfilerata di punizioni pseudo sessuali, di frustini, di mutandine, di “leccami gli stivali”, di “guardami mentre faccio la pipì”, di “ti prego punisci anche me”… Il tutto farcito da dialoghi inesistenti, ragionamenti improbabili, ambientazioni al limite del ridicolo, protagonisti ben oltre il limite del ridicolo. Senza parole. Non cito il nome dell’autore per rispetto verso la sua famiglia.

A questo punto vi chiederete perché mai ho comprato una porcata simile. L’incipit sembrava carino, 5 ragazzi soli in un istituto femminile, poteva uscirne una commediola passabile. Ma devo ammettere che questa volta, a differenza di 8.1, ero consapevole di apprestarmi a leggere della porcheria. Come mai l’ho letto comunque? Boh. Forse mi fa apprezzare i momenti in cui leggo fumetti belli.

(non metto immagini sennò finisco nei guai)

Annunci

5 thoughts on “Prison School. Punto. Porcheria. Punto.

  1. Pingback: Fermandosi a guardare indietro | dailybaloon

  2. Pingback: Top10 delle anteprime di luglio | dailybaloon

  3. Pingback: Faccia di cu… ehm di cane. Faccia di cane | dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...