Home » Le anteprime mese per mese » Analisi: Anteprima di giugno 2013 – Panini

Analisi: Anteprima di giugno 2013 – Panini

“Festeggiamo 600 uscite de L’Uomo Ragno con l’edizione italiana di Amazing Spider-Man #700, 52 tavole con l’apice del lavoro di Dan Slott e Humberto Ramos.” La sezione Marvel di questo numero di Anteprima si apre con queste parole. L’apice del lavoro di Dan Slott e Humberto Ramos. Un totale di 8 diverse cover per celebrare… cosa? Bella domanda. Chi mi segue da più di qualche minuto ormai ben conosce la mia opinione sulla “questione Dan Slott”. Ricapitolando. Quello che Anteprima “celebra” con questo numero del ragno è la conclusione di un ciclo talmente brutto per il quale alcuni simpaticoni (che bisognerebbe trovare e ammanettare) hanno perfino minacciato di morte lo stesso Slott. Non si capisce bene se questa esuberanza di cover alternative sia per celebrare la presunta importanza del suddetto ciclo, o siano più semplicemente una festa perché è finito.

Anche questo mese Marvel Now! si arricchisce di due nuove serie, questo giro devo ammettere abbastanza interessanti. La prima è Wolverine e gli X-Men (da non confondersi con Wolverine-e-basta) che era interessante prima del reboot e presumibilmente lo resterà ora. La seconda è Indistruttibile Hulk. Prima che un coro di voci di protesta mi si riversi contro, possiamo anche far finta di non vedere She-Hulk Rossa e i Fearless Defender (anch’essi contenuti nella stessa testata, lasciamo stare) ma la serie che dà il titolo alla testata merita una possibilità per almeno 2 motivi. 1: è scritta da Mark Waid, genio del fumetto supereroistico attualmente all’opera su Devil (per il quale ha vinto uno sfracassaio di Eisner Awards), ed è disegnata da Lenil Francis Yu, il talentuoso disegnatore di Secret Invasion e Superior. Voglio dire, se Waid è riuscito a risollevare dalla tomba Matt Murdock ce la può fare anche con un gigante verde in mutande. 2: la cover variant di Manara questo giro è parecchio azzeccata.

Proseguiamo con Avengers – Guerra senza Fine, di Warren Ellis, che sembra una cosa sufficientemente fuori continuity da essere apprezzata anche dai non-fan. Staremo a vedere…

Ed eccoci qua. Le pagine incomprensibili di questo mese. Panini Comics è lieta di presentare… il “grande ritorno” dell’Universo Valiant. Sarebbe a dire? Personalmente non avevo mai sentito neanche lontanamente nominare questo universo; Wikipedia mi viene in aiuto dicendomi che alcune serie targate Valiant sono state pubblicate in Italia tra il ’94 e il ’95 dalla defunta Play Press e che tra quelle tradotte potrei conoscere Turok. E in effetti Turok lo conosco, ma più come videogioco brutto che come fumetto. Tirando le fila. Non conosco nessuna delle testate proposte e i nomi coinvolti non mi dicono granché, ma potrebbe anche uscirne qualcosa di interessante… Chissà. Di certo investirei più volentieri 20€ per questi due numeri 1 (X-O Manowar e Harbinger) piuttosto che per il cofanetto con tutte le copertine alternative di Spiderman 600.

Sugosi numeri 2 in arrivo! Per i fan di Brubaker finalmente uscirà il secondo albo di Fatale, per chi invece ha seguito il mio consiglio di qualche tempo fa è in arrivo Darkness 2 che onestamente attendo con trepidazione. Ho poco altro da dire sulla sezione americana della Panini. C’è Fathom 1, sempre appartenente alla stagione dei reboot, che non sarà però scritto da Turner, peccato; c’è il fumetto di Magic the Gathering, da evitare come la peste; c’è Hit Girl, spin-off di Kick Ass sempre ad opera di Millar e Romita Jr, che si commenta da solo, da prendere per forza. Tutto sommato un mese parecchio ben strutturato, senza sovrabbondanza di must-have, ma anche senza carenza di spunti interessanti. Non so voi ma personalmente (tolto L’Uomo Ragno) mi sento abbastanza soddisfatto.

Passiamo dunque alla sezione manga, nella quale ci aspettano… Ben poche novità di rilievo. La prima, di sicuro interesse, è Chirality di Satoshi Urushihara. Storia a metà tra soft-erotico e sci-fi (credo più verso il soft-eroticco), edita originariamente quasi vent’anni fa, è di certo una ristampa apprezzabile. 3 volumi, bel formato, 7 euro e 90. Solo non fatevi spaventare dal disegno un po’ antiquato… Il resto di anteprima scorre tranquillo verso la fine con le solite notizie. Esce un nuovo numero di Knight of Sidonia, bellissimo fumetto martoriato dall’uscita troppo lenta dei volumi; esce Dorohedoro 17, finalmente;  escono altre amenità. Saltate a piedi pari le pagine 76 e 77 della rivista delle quali parleremo nel prossimo articolo col guanto da forno, anticipo solo che sono davvero contrariato. E qui chiudiamo. Tirando le somme è un bel numero di Anteprima, con una parte manga un po’ sottotono ma con la sezione americana decisamente bilanciata. Quindi tutto considerato… ben fatto Panini.

PS: comunicazione di servizio. Sembra che Yoshiyuki Sadamoto si sia finalmente degnato di disegnare e far uscire l’ultimo capitolo di Neon Genesis Evangelion, il cui primo numero fu pubblicato nel lontanissimo 1994. Del tipo “con i tuoi tempi, fai con comodo.” Aspettatevi quindi nei prossimi mesi l’annuncio del quattordicesimo volume italiano (o dei volumi 27 e 28 dell’edizione brutta). Speriamo, visto che il numero 13 sembra essersi volatilizzato…

(tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari)

Annunci

One thought on “Analisi: Anteprima di giugno 2013 – Panini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...