Home » Le anteprime mese per mese » Analisi: Anteprima di agosto 2013 – Panini parte prima

Analisi: Anteprima di agosto 2013 – Panini parte prima

Amazing-Spider-Man-700-1Salve a tutti! È agosto, come penso vi sarete accorti, e tra un bagno al mare e una partita a Injustice, nella sua versione portatile che è una vera-e-propria-droga-maledizione-non-riesco-a-smettere, sono riuscito comunque a mettere le mani sull’Anteprima di questo mese così da poter dare un’occhiata alle novità. Purtroppo con Mega non sarà così facile quindi per quanto riguarda la sezione RW è parecchio probabile che si vada un po’ lunghi o addirittura che mi tocchi prendere spunto dalla stessa Anteprima, anche se spero proprio di evitarlo dato che la sezione RW della rivista che ho per le mani è incasinata e poco chiara all’inverosimile. Ma intanto due paroline sul mondo Panini le possiamo buttar giù.

Contro ogni aspettativa c’è molto da dire, nonostante sia appunto agosto. Qualche anno fa i mesi estivi erano un po’ il cimitero delle novità, con pochissime nuove uscite e quasi tutte pessime; in netta controtendenza quest’anno abbiamo molto di cui parlare, a partire da un commento rapido rapido sugli Eisner Awards che spero di riuscire a buttare giù in un paio di settimane. Ma guardiamo alla rivista, che è meglio.

In copertina non poteva che esserci il “mitico” numero 700 di Spider-Man (il 600 della testata italiana), albo che segnerà molte svolte nel mondo dei supereroi nello stivale: l’Uomo Ragno diventa superiore, qualunque cosa significhi, si ricomincia da 1 quella che probabilmente era la testata con la numerazione più alta in Italia, Panini riuscirà finalmente a pubblicare un albo con più cover alternative che pagine… Insomma, un sacco di traguardi importanti. L’unico traguardo non raggiunto sarà salutare Dan Slott in favore di un qualche scrittore meno… turbolento, passatemi il termine. Ma non si può volere tutto e subito e, soprattutto, ve la immaginate una variant con il faccione di Dan che saluta i suoi fan italiani? A pagina 19 c’è un bell’editoriale scritto da Sara Mattioli dal titolo La Ricetta Magica. Ecco. Questo editoriale mi ha talmente ispirato, infastidito, fomentato e un sacco di altri stati d’animo che credo proprio di dedicargli un articolo singolo di risposta. Tra un pochetto però, che è agosto per tutti. Ed è quindi il momento di parlare di… novità!

Si parte subito con due albi celebrativi del cinquantesimo anniversario (almeno così dice Anteprima) dei Vendicatori e degli X-Men. Per festeggiare Panini pubblica due volumetti spillati contenenti delle storie da quanto ho capito abbastanza casuali, del 1972 per quanto riguarda Cap e compagni e del ’69 per i mutanti. Non so quanto effettivamente questi albi possano diventare da collezione, alla fin fine sono comunque spillati da 72 pagine nell’era in cui se si vuol dare risalto a un albo lo si fa brossurato, ma potrebbero essere un buon investimento, e di certo saranno un piacevole tuffo nel passato. Se invece siete dei nuovi lettori e magari volete approcciare il Marvel Universe ma non sapete come fare Marvel Starter 2014 dovrebbe essere l’albo che fa per voi. Contiene una storia dei Vendicatori, una degli X-Man e una di Spider-Man oltre che, sembrerebbe, una specie di timeline con tanto riassuntini, una specie di checklist, degli eventi più importanti degli ultimi anni. Un po’ quello che sto cercando di fare con gli articoli della serie Storia dell’Universo Marvel, ma se non avete pazienza… Eccovi accontentati.

Marvel_Wallpaper_Ironman_vs_Captain_AmericaLa notizia bomba, o almeno una delle notizie bomba, è che finalmente (come vi avevo preannunciato) tornerà disponibile Civil War. Per carità, l’edizione è quella che è, in volume unico del formato “I Grandi Eventi Marvel” contenente solo l’evento principale, ma non fate gli schizzinosi: se non ce l’avete e non riuscite a recuperarla in altro modo questo volume è da comprare assolutamente. A 15 euro poi… non è nemmeno quello che ho speso io per i brossuratini originali. Quindi niente scuse, consigliatissima per chiunque non ce l’abbia già.

Si prosegue con le solite uscite regolari, ormai tutte Marvel Now, con le variant cover di Esad Ribic per Thor Dio del Tuono 6 e di Leo “tenetevi forte” Ortolani per Avengers 5. Non capisco bene cos’abbia a che spartire Ortolani con i Vendicatori, quelli originali senza orecchie strane, ma magari sono io a essere pignolo e non lui che si intrufola dove non dovrebbe.

simone_bianchi_thanos______by_simonebianchi-d5rotn1L’Ascesa di Thanos, per la collana Marvel World, è invece un progetto abbastanza interessante. Scritto, forse, da Jason Aaron e con i disegni del bravissimo Simone Bianchi questa miniserie in 2 volumi propone, forse, le origini del Titano, magari per preparare il pubblico a un futuro crossover con Guardians of the Galaxy, chissà. Non che la rivista sia troppo chiara, eh? Non ho capito se sia una storia nuova o se sia stata ripescata dagli archivi, resta che le parole Simone e Bianchi assieme nella stessa frase dovrebbero esser sufficienti a fugare ogni dubbio sull’opera: personalmente non vedo l’ora di metterci sopra le mani. Poche pagine oltre un’altra proposta interessante: i Fantastici Quattro di Mark Millar (con disegni di Bryan Hitch). Se da un lato non riesco ad immaginarmi Millar a scrivere avventure per questo particolare team di eroi dall’altro la collana su cui è pubblicata (la stessa in cui è stato ristampato il Devil di Brubaker, il Punitore di Ennis, Thor di Straczynski…) non è mai stata deludente né per qualità editoriale né per contenuti. Potrebbe uscirne qualcosa di interessante, anche se 17 euro è più un prezzo “ci vado a colpo sicuro” che da “faccio un tentativo”, soprattutto visto che si tratta di un numero 1.

9782505005766-couv-I400x523Uscendo dal mondo Marvel sembra che un maligno allineamento astrale abbia concentrato tutte le uscite interessanti questo mese, dannazione. Purtroppo quindi non potrò, con ogni probabilità, prendere né Bolle e Navicelle, che continua ad ispirarmi un sacco, né The Manhattan Projects, dello stesso team creativo di Red Wing. Il primo, a quanto leggo, sarà una Graphic Novel intensa e piuttosto corta sulla solitudine, e la sola immagine di copertina è sufficiente a catturare la mia attenzione, mentre la seconda dovrebbe essere una visione alternativa del progetto bellico omonimo. Entrambi interessanti. L’unica loro “colpa”, se così si può dire, è che escono praticamente in contemporanea con Showman Killer, Zaya e Siegfried: un po’ troppi albi costosi tutti appiccicati, ma non si sa mai che non accada un miracolo. Ah! E dimenticavo che esce pure The Goon 8. E il miracolo si allontana…

Black GasPer quanto riguarda il mondo deviato degli “zombie”, che ultimamente hanno ben poco degli zombie, Panini ci propone Blackgas, di Warren Ellis, e il ritorno di Garth “depravazione” Ennis su Crossed. Per quanto mi riguarda la frase “il fumetto più violento e perverso di sempre” è di per sé violenta e perversa se è il modo in cui si intende spingere il pubblico a comprare questa puttanata con la croce sulla faccia. Cioè, non ti scrivono “rivoluzionaria” o “magistralmente sceneggiata” o “illustrata da Dio in persona” o  “scritta da un Ennis particolarmente ispirato”. Ci scrivono “accorrete tredicenni! Qui troverete sangue e merda a volontà”. Romero non approverebbe. Ma magari stanno simulando un’epidemia zombie a livello editoriale, e proprio quando pensi che siano finiti BAM! Ti ripescano dal dimenticatoio un albo del 2006 di Warren Ellis, tipo “come gli zombie non finiscono mai, manco i fumetti sugli zombi finiscono mai: arrivano in gruppo, soprattutto di notte, mirate alla testa”. Mah. Comunque Romero non approverebbe. E non approverebbe nemmeno la ristampa di Crossed 1 con copertina in pelle. Lasciamo perdere che è meglio.

Terminiamo la parte “non-manga” con Giacomo Bevilacqua e il suo A Panda Piace, nonché con Metamorphosis, che approda dopo mille pellegrinaggi in Panini. Mi piacerebbe davvero tanto sapere cosa contiene questo Il Primo Grande Libro di A Panda Piace, ma non ci è dato conoscere la risposta. E stavo per dimenticare Secret Service, di Mark Millar e Dave Gibbons. Gibbons mi convince poco, ma staremo a vedere. Ecco. Fine delle novità americane-europee e dintorni. Magari della parte giapponese ne parliamo in un altro articolo, che ne dite? Nel frattempo preparatevi, che le bombe non mancheranno. Dico davvero. Intanto alla prossima!

(tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari)

Annunci

One thought on “Analisi: Anteprima di agosto 2013 – Panini parte prima

  1. Pingback: dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...