Home » Speciale » Il Guanto da Forno d'Oro » Guanto da Forno d’Oro – Miglior Disegnatore e Miglior Scrittore

Guanto da Forno d’Oro – Miglior Disegnatore e Miglior Scrittore

facundo

MIGLIOR DISEGNATORE – FACUNDO PERCIO

Questa è stata, onestamente, la decisione più difficile di tutta la premiazione. Durante l’anno passato i disegnatori talentuosi non sono mancati, anzi: Marvel Now! è stato, tra le altre cose, una vetrina di artisti talentuosi che vanno da Ribic a Opeña, da un sorprendente Immonen alla certezza Chris Bachalo all’incursione mordi e fuggi di Coipel; e pure la DC non è rimasta a guardare con dalla sua pezzi grossi quali Greg Capullo, David Finch e Ivan Reis; per non uscire dal terreno seminato e andare a scomodare Staples e compagni Image. Insomma, è di certo stato un anno quantomeno “bello da vedere”, con tutto questo talento preso e messo lì in bella mostra, e scegliere un solo nome non è stato per nulla facile.

2914328-facundoTuttavia pensandoci bene c’è stato un artista che, tra tutti, mi ha colpito particolarmente. Un disegnatore che non conoscevo, che non avevo mai sentito nominare, che mi ritrovo lì ad illustrare quel capolavoro intitolato Fashion Beast. Sto chiaramente parlando di Facundo Percio, i cui disegni li avete potuti ammirare (se non avete letto la meraviglia di cui sopra) nel collage che trovate nel corso della premiazione per Miglior Graphic Novel.

Avrei voluto, per giustificare questa assegnazione, dedicare un collage anche a lui come artista ma poi mi sono reso conto che le uniche due pagine che avrei voluto postare avrebbero spoilerato senza pietà la fine dell’opera. Non so come spiegarlo, ma guardare affiancate la prima e l’ultima pagina di Fashion Beast fa correre un brivido lungo la schiena. E questo non solo per la circolarità della trama, per tutto ciò che quelle due scene raccontano e rappresentano, ma anche e soprattutto per la loro realizzazione, per la bravura di chi le ha disegnate.

Facundo Percio non è certamente il più grande talento che il mondo dei comics abbia mai visto, probabilmente non si avvicina neppure a buona parte dei nomi citati prima, eppure… Eppure Fashion Beast è un capolavoro di e sull’estetica anche grazie a lui e al suo stile. Uno stile che all’inizio paragonavo a quello di Coipel il quale tuttavia, ragionandoci a mente fredda, non avrebbe potuto fare altrettanto bene su quest’opera. Quindi il miglior disegnatore di quest’anno è proprio lo sconosciuto Facundo Percio, l’artista giusto sul fumetto giusto, che con il suo indimenticabile lavoro su Fashion Beast mi ha più volte fatto tremare (in senso buono, ovviamente).

 tsutomoniehi

MIGLIOR DISEGNATORE – TSUTOMU NIHEI

tsutomu-niheiLa scelta qui è stata estremamente più facile, lo ammetto. Perché tra tutte le cattiverie, alcune anche ingiustificate, che si possono dire a Nihei la più insensata è “non sa disegnare”. L’autore di Blame si è negli anni costruito uno stile unico di enorme impatto visivo, stile che giunge al suo culmine ora con Knights of Sidonia (per quanto per certi aspetti lo preferissi in altre opere).

Per riassumere la potenza delle tavole di Nihei basterebbero poche parole: grandezza, vastità, profondità. Nessun disegnatore riesce quanto lui a trasmettere l’idea di un mondo così vasto, di un salone così ampio, di un edificio così imponente, di un baratro così profondo. Nessuno riesce a delineare architetture così esplicitamente aggrappate su sé stesse, che diano da sole l’idea della super-città che ricopre ogni cosa, costruita pezzo su pezzo. E d’altro canto Nihei nasce come architetto ed è solo in un secondo momento che si dedica all’arte del manga. “E si vede” diranno i più malevoli. E per certi versi potrei anche essere d’accordo. Il miglioramento più evidente, nel corso del tempo, è stato la parziale risoluzione dei più grossi problemi nella narrazione ma non si può non notare anche una profonda evoluzione nello stile grafico, segno indiscutibile di una grande crescita artistica. Dal buio opprimente di Blame, che di certo aiutava a descriverne la vastità, siamo approdati ora alla Sidonia i cui interni luminosissimi si alternano alle gelide profondità dello spazio. E non dimentichiamo il talento di Nihei anche nel mecha e monster design che, per quanto si rifaccia alle volte al canone fantascientifico di HR Giger, è notevole.

collage

Tsutomu Nihei è un artista unico nel panorama fumettistico mondiale. Il suo stile è esclusivamente suo, soprattutto per quanto riguarda architetture e sfondi, e non può non essere preso in considerazione quando si pensa ai “big” del fumetto, quantomeno giapponese. La sua gestione dello spazio, la continua alternanza di claustrofobia e spazi sconfinati, di architetture distopiche tipicamente cyberpunk e scorci naturali, la perizia nella caratterizzazione di luoghi e personaggi, la perfetta impostazione delle tavole… Tutto ciò contribuisce a rendere Nihei quello che è: un talento visionario troppo spesso snobbato e trascurato, quando non offeso e deriso.

briank

MIGLIOR SCRITTORE – BRIAN K. VAUGHAN

vaughan 3Qui c’è ben poco da dire. È l’uomo del momento. È la nuova speranza del fumetto americano. È l’impero che colpisce ancora con ogni nuova serie (anche se lui di solito non si lascia esplodere). Grande scrittore, ma soprattutto l’uomo del momento. Con buona pace di Robert Kirkmann. Brian K. Vaughan è un talento nella scrittura come se ne vedono sempre meno. Geniale narratore, bravissimo ideatore di luoghi e situazioni e soprattutto superbo character designer. Le sue storie, i suoi mondi e in particolar modo i suoi personaggi vi entrano nel cuore e ci rimangono, e questo da solo basterebbe a garantirgli l’onorificenza massima che è il Guanto da Forno d’Oro. E poi è l’autore di Saga

 inioasano

MIGLIOR SCRITTORE – INIO ASANO

Ricordo come se fosse ieri quando uscirono i primi albi della collana Manga San, per Kappa Edizioni. Autori sconosciuti, niente spade o amori tra i banchi di scuola, formati di pregio come allora non ne esistevano nel mondo dei manga. Il mondo non sarebbe più stato lo stesso.

Manga San creò una bolla di consapevolezza e, per certi versi, di disillusione che chi visse quel periodo ne sente tutt’oggi gli effetti. Quella collana dal titolo così innocuo dimostrò in una volta sola ed irrimediabilmente che il manga poteva e doveva essere qualcosa di più dell’appiattimento cui si era arrivati, scuotendo la sensibilità di più di un lettore che si trovava spiazzato di fronte al mostro della modernità. Era come fare un balzo e trovarsi d’improvviso al passo con un mondo avanzato troppo velocemente, che ci aveva lasciato indietro. Ora Manga San non esiste più (con somme imprecazioni), ma parte di quel movimento perdura ancora.

asano 3Inio Asano è il primo esponente, per importanza, di una new wave nel fumetto giapponese arrivata troppo tardi e con troppa poca risonanza e veemenza; ed è forse questo ritardo ad aver così estremizzato la sua poetica. È un autore che non ha paura di dire ciò che ha da dire, di esprimersi e di farsi capire. Anche quando farsi capire significa spaventare, infastidire e turbare quella grossa fetta di lettori che non è ancora riuscita ad oltrepassare la fase “cheffigata al quarto livello diventa una scimmia”. Perché la disillusione e il cinismo che permeano ogni sua opera sono tematiche e approcci cui il lettore medio non è abituato e alle quali non si vuole abituare.

Eppure ogni lavoro di Asano, anche i più discutibili, ha molto, moltissimo da dire. C’è davvero tanto su cui riflettere, non ultimo lo stato generale in cui versa il fumetto giapponese. In un mondo di manga recenti ma comunque vecchi, di meccaniche consolidate, di temi facili, di steroidi e feromoni a mille Asano è uno dei pochi, se non l’unico, a perseguire una modernità e una maturità troppo a lungo evitate. E lo fa con una schiettezza disarmante, con un estremismo che tocca e spesso turba profondamente il lettore assopito nel torpore di ciò che lo rassicura da quando aveva dodici anni.

(tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari)

Annunci

6 thoughts on “Guanto da Forno d’Oro – Miglior Disegnatore e Miglior Scrittore

  1. Pingback: Top10 delle anteprime di giugno | dailybaloon

  2. Pingback: Guanto da Forno d’Oro 2015 – Le nominations | dailybaloon

  3. Pingback: Guanto da Forno d’Oro 2015 – Miglior Graphic Novel e Miglior Disegnatore | dailybaloon

  4. Pingback: Guanto da Forno d’Oro 2015 – Miglior Scrittore e Miglior Serie | dailybaloon

  5. Pingback: Top10 delle anteprime di agosto | dailybaloon

  6. Pingback: Top10 delle anterpime di febbraio (anche se ormai è marzo) | dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...