Home » Recensioni » Perché leggere Mind MGMT

Perché leggere Mind MGMT

MANUALE DA CAMPO MIND MGMT. 1.1. Riguardo alla Censura della Memoria: prima di utilizzare la Censura della Memoria e/o redigerla, deve essere compilato il Modulo CM/100. Il modulo deve essere firmato in anticipo dal capo del dipartimento.

mind mgmt 1

Ad esser sincero… Non è che abbia capito granché di questo primo capitolo di Mind MGMT. A tutti i passeggeri di un volo di linea (il numero 815, per chi ha orecchie per intendere) viene cancellata la memoria, probabilmente per coprire le tracce di un agente di un’associazione di spionaggio segreta. Associazione che, giustamente, fa largo uso di poteri psichici. Meru, giornalista e scrittrice di (un solo) best seller, tipa problematica, è ossessionata da questa vicenda e decide che sarà il tema del suo prossimo libro. Inizia così il suo giro d’indagini, che la immergerà in una spirale di spionaggio e segreti senza fine (almeno credo).

L'incipit dell'opera. Memorabile. Già da qui le didascalie mostrano la loro importanza...

L’incipit dell’opera. Memorabile. Già da qui le didascalie mostrano la loro importanza…

Non riesco a capire se c’è troppa o troppo poca carne al fuoco. Decisamente le basi sulle quali dare un giudizio definitivo e a lungo termine non ci sono, nemmeno lontanamente; ma d’altro canto non si può nemmeno dire che questo incipit sia privo del sapore necessario, o manchevole di contenuti e spunti. Dal punto di vista tecnico l’opera di Matt Kindt, a quanto ne so tuttora in corso, è più che ragguardevole e il feeling è decisamente quello giusto. Al di là dell’ovvio richiamo iniziale i parallelismi con quel certo tipo di serie televisive non mancano, e già da adesso si può intravvedere una trama complessa in cui niente è come sembra. Il controllo della mente e della memoria sono ottimi punti di partenza per giocare con il lettore, che da subito si trova di fronte ad un’opera costruita su più livelli, con molti piani di lettura, nella quale ogni cosa è al proprio posto, a prescindere dal fatto che quel posto sia casuale o frutto di una cospirazione di ampio respiro. La costruzione delle pagine, dalla costante cornice marcata da didascalie ossessionanti, è un chiaro esempio di quanto fin dall’inizio la narrazione prenda il lettore e lo costringa a porsi delle domande, a mettersi in gioco quasi fosse parte anch’esso della vicenda narrata, a chiedersi ad ogni angolo se ci sia un significato nascosto.

Quindi… eravamo partiti con una domanda: perché leggere Mind MGMT? Già da ora, e stiamo parlando di una manciata di pagine, la trama prende il lettore e lo tiene incollato alle pagine. È questa la forza delle opere di questo tipo, o almeno delle migliori opere di questo tipo: mettono assieme delle vicende assurde, molti dettagli apparentemente inutili, moltissimi fatti poco credibili e, con una narrazione sopraffina, alla fine fanno tornare tutto al proprio posto. Non mi stupirei se, nel trovarmi a rileggere questo primo numero tra qualche tempo quando ci saranno già stati i primi colpi di scena e i primi sviluppi, mi scoprissi a rivalutare e a dare un senso a parole o immagini prima ritenute insignificanti. E se, dopo aver completato l’opera la prima volta, mi ritrovassi a rimettere nuovamente in discussione intuizioni che davo per certe.

3

Di certo la tavola più intensa di questo primo volume. Tavola sulla quale sono certo bisognerà ritornare in futuro…

Tornando alla domanda, dunque, Mind MGMT andrebbe letto perché è pensato, scritto e realizzato con una sapienza che non mi sarei aspettato di trovare, con quella genuina profondità che riesce a farti dimenticare di stare leggendo cose impossibili e allo stesso tempo di farti desiderare un’altra pagina. Certo, è stampato sulla carta igienica, e l’edizione non gli rende onore, ma poco male. Il primo numero costa un euro e gli altri, credo, due e mezzo. E per contenuti ne varrebbero molti di più, almeno da quanto possiamo vedere finora.

Per il momento direi che è tutto. Sono colpito dal modo e dalla forza con cui Mind MGMT mi ha catturato, e mi ritrovo ansioso di scoprire tutto quanto resta da scoprire. Per ora non posso che consigliarvelo, per quello che costa questo primo albetto merita una lettura. Per un giudizio più approfondito… bè, ci torneremo tra un po’.

(tutte le immagini appartengono ai loro proprietari)

Annunci

3 thoughts on “Perché leggere Mind MGMT

  1. Pingback: Racconti ed annunci dal Romics 2014 | dailybaloon

  2. Pingback: Guanto da Forno d’Oro 2015 – Le nominations | dailybaloon

  3. Pingback: Guanto da Forno d’Oro 2015 – Miglior Serie Nuova | dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...