Ritorno a Lastexile

La Gilda ci piombò addosso puntando a lei. Ma le forze alleate di Anatoray e Disith sfidarono la Gilda con una guerra totale e, alla fine, sconfissero il dominio della Gilda che risaliva alla notte dei tempi. E conquistarono la libertà.

Il titolo inglese era "Travellers from the Hourglass", sostituito in italiano con "of the Hourglass"... L'accezione cambia abbastanza...

Il titolo inglese era “Travellers from the Hourglass”, sostituito in italiano con “of the Hourglass”… L’accezione cambia abbastanza…

Continua a leggere

Annunci

Top10 delle anteprime di giugno

Salve a tutti e bentornati, in questo caldo solstizio d’estate (è oggi, no?), nella nostra mensile rubrica dedicata alle migliori novità proposteci su Mega e Anteprima, imprescindibili canali d’informazione e indispensabili tramiti per la conoscenza del mercato fumettistico italiano. Mamma quanto iperbolico buonismo… Comunuqe, questo caldo caldissimo giugno è un mese piuttosto atipico, almeno per quanto riguarda questa classifica: nella Top10 questa volta ci sono soltanto titoli Panini o RW. Strano ma vero: niente Bao, niente Hikari, niente Star, niente Italycomics… Ah no, a quello eravamo già abituati… Quindi via che si parte! Continua a leggere

Black Rockshooter – The Game, l’occasione sprecata

Di nuovo quel sogno… Era così intriso di nostalgia… e di tristezza…

cover

Salve a tutti e ben tornati! Il fumetto di cui si parla oggi è Black Rockshooter – The Game, seconda miniserie ambientata nel mondo di Black Rockshooter. La prima era Innocent Soul della quale vi avevo già parlato abbastanza entusiasticamente qui. E dalle tinte fanta-goth di quel racconto in tre volumi, con Rock a caccia di Yodomi in un mondo sospeso tra la morte e il rimpianto, passiamo ora ad atmosfere più sci-fi con l’umanità sull’orlo dell’estinzione causa invasione aliena. Il porting, per così dire, da un genere all’altro sarà riuscito? Continua a leggere

Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio?

In seguito Eiko, coperta di sangue, vagò barcollante in uno stato di semi-incoscienza. Ma nessuno si accorse di lei.

cover

Salve a tutti e bentornati. Spero che il caldo non vi stia provando troppo e se invece avete la fortuna di trovarvi in un posto fresco… bè, meglio per voi! Oggi vorrei parlarvi di uno dei fumetti più incredibilmente fuori di testa che mi sia mai capitato di leggere, partorito dalla mente di uno dei mangaka più brillantemente visionari ma al contempo più fondamentalmente pazzi che mi sia mai capitato di incontrare. Sto parlando di Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio? di Shintaro Kago. Il titolo dice di per sé molto sulla follia generale che permea l’opera… Vediamo.

Continua a leggere

Storia dell’Universo Marvel parte 9: Messiah Complex

Proseguiamo il nostro viaggio nella storia dell’Universo Marvel con Messiah Complex, la prima maxisaga mutante dai tempi di House of M. E infatti è da lì che dobbiamo ripartire. Avevamo lasciato i mutanti smarriti e decimati dopo le fatidiche parole di Scarlet, alla fine della parte 5 di questa rubrica. L’homo superior è passato, in un batter d’occhio, dall’essere temuto ed odiato dall’arretrato homo sapiens ad essere sull’orlo dell’estinzione, braccato da fondamentalisti pseudo-religiosi e costretto a misurare ogni propria mossa, sia come singolo che come razza. Tutto ciò fino a che non comparirà un nuovo mutante, simbolo di speranza e di rinascita, ma forse anche di pericolo e distruzione.

copertina

Prima di cominciare con la trama, una piccola postilla. Come da miglior tradizione mutante questo crossover, come gran parte dei vari maxieventi mutanti, è discretamente incasinato: compaiono qua e là personaggi poco noti, si fanno spesso riferimenti a un sottobosco di continuity intricato ed oscuro e, come se non bastasse, ci si infila pure qualche viaggio temporale… Per quanto non sia un esperto di storia mutante cercherò, per quanto mi sarà possibile, di facilitare la lettura della trama facendo periodicamente il punto della situazione perché, anche in questo caso, tra gente che va e gente che viene, salti nel tempo, cambi di fronte, colpi di scena… insomma. Ci si può perdere più che facilmente. Detto questo… si parte! Continua a leggere