Lo Squalificato, un manga sul disagio sociale. O forse no?

La mia è stata una vita di grande vergogna. Ero riuscito nell’intento di essere considerato un pagliaccio. Fintanto che avessi sfoggiato un bel sorriso la gente non mi avrebbe detestato. Le mie gag davano di l’impressione di un bravo ragazzo sempre di buon umore.

Dovendo tenere conto anche dei professori commettevo a bella posta degli errori sul più bello. Gli studenti modello non sono mai benvoluti. Se si vuole essere amati, occorre sempre mostrare qualche piccolo punto debole. Quando si riceve un complimento è importante mostrarsi modesti, perché questo ti fa apparire una bella persona. Non trovate?

cover

Salve a tutti e ben ritrovati. Tra una cosa e l’altra mi sono reso conto che è un bel po’ che non parliamo di un manga recente con una recensione come si deve. Abbiamo visitato più volte il pozzo dei ricordi e ci siamo imbarcati in voli pindarici sugli argomenti più disparati, ma di recensioni vere e proprie… A pensarci bene l’ultima è stata quella sullo spin off di Lastexile, che risale a ormai un paio di mesi fa. Sarà che esce meno materiale, sarà che mi sono preso indietro con le letture…

Comunque, per colmare questo buco oggi parliamo de Lo Squalificato, adattamento a fumetti dello storico romanzo di Osamu Dazai ad opera di Usamaru Furuya. Prima di cominciare, però, debbo antepore una doverosa premessa: non ho letto il romanzo originale a cui questo manga è ispirato. Né in tutta onestà intendo farlo. Quel poco che so su Dazai e sul suo lavoro me lo ha insegnato Wikipedia. Questo per dire che sto valutando il manga in sé, senza relazionarlo in alcun modo all’opera letteraria. Ora possiamo davvero cominciare. Continua a leggere

Dal pozzo dei ricordi: Go! Go! Go! Bambina!

Io cerco di evitare più possibile di credere negli oroscopi e roba del genere. Ma dato che sono uno sfigato, se mi capita di leggerli poi ci penso tutto il giorno.

collage

Salve a tutti e bentornati, in questa piovosa calura di fine agosto, al pozzo dei ricordi. Un luogo magico al quale fermarsi per prendere fiato ripensando ai tempi che furono. Oggi nel silenzio interrotto dal frinire delle cicale e dai mormorii di un temporale lontano ripeschiamo dal pozzo un vecchio manga del maestro Masaomi Kanzaki: Go! Go! Go! Bambina!. Continua a leggere

Top10 delle anteprime di agosto

Salve a tutti e bentornati, dopo questa settimana di pausa lontano dalla rete, nella nostra classifica delle novità che anche questo mese si sono rivelate numerose ed interessanti. Con tanto di notizia bomba finale. E chi segue la pagina Facebook di Dailybaloon sa già a cosa mi riferisco. Quindi bando alle ciance e partiamo lasciando ogni indugio in questo viaggio che parte, come sempre, dalla decima posizione. Pronti, via!

BANNER2 Continua a leggere

Buone vacanze da Dailybaloon

Buongiorno a tutti voi! Più che con un articolo oggi vi saluto con una specie di comunicazione di servizio perché Dailybaloon va in vacanza. Più o meno…

Per tutta la prossima settimana non sarò a casa e di conseguenza, temo, non riuscirò a pubblicare nulla su questo spazio. Cercherò di essere comunque attivo sulla pagina Facebook segnalandovi notizie o curiosità interessanti che mi capitino per mano, ma per sugose recensioni o riflessioni di sorta dovrete purtroppo attendere fin dopo Ferragosto.

Comunque approfitto del fatto che ormai sto scrivendo per fare un attimo il punto della situazione ed anticiparvi un poco di cosa vi aspetta per i mesi a venire. In primo luogo mi sono ripromesso di riorganizzare le categorie degli articoli per facilitare la navigazione e la ricerca nel sito, dato che ora è tutto un potpourri di definizioni obsolete e poco chiare. Ah! E cercherò anche di aggiornare la pagina About, che ormai sa di vecchio…

Detto ciò… Da settembre, o magari anche da fine agosto, si prosegue con le rubriche già iniziate, magari cercando anche di recuperarne alcune ferme da qualche tempo. Quindi oltre alla usuale classifica delle novità e alla Storia dell’Universo Marvel, che si avvicina poco alla volta al prossimo crossover, proseguiranno anche gli approfondimenti sui fumetti digitali e la serie di vaneggiamenti intitolata “I fumetti che vorrei”, nella quale lasciamo spazio alla fantasia.

Si prosegue anche, con calma ma con decisione, con i focus on sugli autori. Ok, non sono esattamente dei fous on, quanto più che altro delle serie di monografie. Ma tant’è. Il primo autore che abbiamo affrontato è stato il grande Satoshi Kon, del quale avevamo completato l’opera. Se non fosse che…

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Se non fosse che mi sono dimenticato de La Stirpe della Sirena, mannaggia, ma prometto che la recupereremo a breve.

Che ci volete fare? Me lo sono proprio scordato...

Che ci volete fare? Me lo sono proprio scordato…

Inoltre attualmente stiamo addentrandoci nel lavoro esotico ed onirico di Daisuke Igarashi, del quale per ora abbiamo parlato solo di Spirit in the Sky. Il nostro viaggio dunque proseguirà con il relativamente recente Saru ma anche con lavori più antichi.

???????????????????????????????

E poi? E poi ci sono tanti altri autori dei quali mi piacerebbe riprendere per mano le opere, da Hiromoto a Fujisawa… E non solo giapponesi! Mi piacerebbe, anche se per molti versi è più complicato, estendere il campo a comics e magari a qualche altro lido… Vedremo. Comunque ce n’è, o meglio ce ne sarà, per tutti i gusti.

collage

E detto ciò rimane l’ultima grossa novità di cui vorrei rendervi partecipi. A partire da settembre arriverà qui su Dailybaloon una serie di dialoghi/interviste che un bravissimo fumettista, di cui abbiamo già parlato in questo spazio, è stato così gentile da concedermi. È stata per me, e spero lo sarà per voi, una meravigliosa occasione per approfondire il punto di vista di chi sta dall’altra parte della barricata e i fumetti “li fa”. Si parlerà quindi di molte cose, dal suo lavoro a cosa significa fare un buon fumetto allo stato dell’arte in Italia… Non voglio anticiparvi altro, se non che sono molto, ma molto felice di aver avuto questa opportunità, per la quale ringrazio il mio interlocutore misterioso (per ora).

2014-05-29 17.16.02

Detto questo vi saluto davvero. Spero di avervi almeno un po’ solleticato l’appetito. Non mi resta che augurarvi buone vacanze e… ci vediamo tra una decina di giorni!

E quindi... buone vacanze! A presto...

E quindi… buone vacanze! A presto…

The Wake, parte uno: dalle profondità del mare agli Eisner Awards.

Dio mio.

Eh. Guardate che roba. Avete pescato una cazzo di sirena.

Già. Posso fumare?

The wake

Come annunciato nel commento agli Eisner Awards di quest’anno eccoci qua a parlare di The Wake, che se ne torna a casa da San Diego con ben due prestigiose ed inaspettate statuette. In Italia il primo volume è uscito già da qualche mese e, come doveroso dopo il doppio riconoscimento attribuitogli, ho abbandonato ogni indugio e me lo sono andato a recuperare. E devo dire che sono rimasto piuttosto sorpreso. Continua a leggere