Home » Le anteprime mese per mese » Top10 delle anteprime di agosto

Top10 delle anteprime di agosto

Salve a tutti e bentornati, dopo questa settimana di pausa lontano dalla rete, nella nostra classifica delle novità che anche questo mese si sono rivelate numerose ed interessanti. Con tanto di notizia bomba finale. E chi segue la pagina Facebook di Dailybaloon sa già a cosa mi riferisco. Quindi bando alle ciance e partiamo lasciando ogni indugio in questo viaggio che parte, come sempre, dalla decima posizione. Pronti, via!

BANNER2

10) Amazing Spider-Man 1 (Panini)

amazing spiderman

Dopo poco più di un anno dall’avvento di Superior Spiderman, una caterva di cover variant e un paio di minacce di morte… MammaMarvel fa marcia indietro e ci restituisce il nostro caro Peter Parker. E così quella che era stata venduta come la più grande, radicale e definitiva svolta nella storia dell’Uomo Ragno si riduce a nulla più che un ciclo narrativo discretamente breve e sostanzialmente poco rilevante nell’economia globale della testata e del Marvel Universe. Strano che dopo tutto questo casino il team creativo rimanga invariato, con Dan Slott ai testi e Humberto Ramos alle matite… Fiducia o incoscienza?

9) Dimentica il mio nome (Bao Publishing)

dimentica il mio nome

Che ci piaccia o no Zerocalcare è l’uomo del momento. Tantissimi (praticamente tutti) lo amano, pochissimi lo odiano ma comunque tutti lo conoscono. Assieme al Trono di Spade è una di quelle cose che se esci di casa ne senti parlare per forza. A meno che la tua casa non stia in una galassia molto molto lontana, e forse pure un po’ migliore. Tornando a noi, Dimentica il mio nome è l’ultimo lavoro del fumettista romano, sempre edito da Bao Publishing che pare aver trovato la sua miniera d’oro. Ne sentiremo parlare a lungo, anche senza volerlo…

8) Biorg Trinity (Panini)

biorg trinity 1

Testi di Maijo Otaro (chi lo conosce è bravo) e disegni di Oh! Great (chi non lo conosce è bravo). Contesto: nel mondo c’è gente affetta da una malattia che permette loro di fondersi con altri oggetti/animali/persone. In questo mondo un liceale è innamorato di una ragazza e… E probabilmente sarà una puttanata celestiale, di quelle che non se ne vedevano da tempo, ma la mia immaginazione sta già volando alla velocità della luce: solo nel primo volume ho intravisto una donna-ragno e una ragazza-moto.

biorg trinity 2

Insomma, fanservice come se piovesse unito a un’idea scema come se non ci fosse un domani per uno shonen (Animeclick lo definisce seinen, ma non ci credo nemmeno se lo vedo) che merita una lettura. Forse.

7) Corazzata Spaziale Yamato (RW Goen)

Continua la riproposizione delle opere del maestro Matsumoto per mano di RW Goen. E così dopo Capitan Harlock, la cui edizione a dir la verità mi ha lasciato un po’ con l’amaro in bocca, arriva la Corazzata Spaziale Yamato. Un gradito ritorno sugli scaffali, nei quali poco alla volta l’universo di Matsumoto ricomincia a farsi vedere nella sua complessa vastità.

6) Sinestro 1 (RW Lion)

sinestro

Sinestro è di certo uno dei villain più iconici del mondo DC. Ex Lanterna Verde e mentore di Hal Jordan tradì poi il corpo per quella che alla fin fine si potrebbe definire una “divergenza di opinioni”. Dal tradimento e dall’allontanamento dal corpo sono successe molte cose fino al vibrante (e definitivo) finale della gestione Johns della testata.

Da quel punto in poi devo ammettere che il mio interesse per il mondo di Lanterna Verde è un po’ sceso. In primo luogo per via di una gestione poco attenta e tutto sommato vagamente irrispettosa del complesso e credibile affresco creato nel corso degli anni da Geoff Johns. Per questo motivo la nascita di una nuova testata dedicata a Sinestro (pur contenente anche le apprezzabili storie del Corpo delle Lanterne Rosse) mi lascia un poco perplesso. Ma il personaggio ha il suo fascino e le sue potenzialità: nelle giuste mani potrebbe ancora dare molto. Certo bisogna mandar giù un paio di rospi, ma tant’è.

5) Rocket Raccoon e il Leggendario Star Lord 1 (Panini)

rocket racoon

Anche qua non sono tutte rose e fiori. Devo ammettere di essere un po’ infastidito dall’improvviso successo del reparto cosmico della Marvel. Successo dovuto chiaramente soltanto al film, beninteso: non è che qualcuno si sia svegliato e, epifania!, ha scoperto che le saghe cosmiche non erano la merda che credeva fino a pochi istanti prima. Semplicemente ci hanno fatto un film e allora tutti a girare con le magliette del procione spaziale e ad affermare a sproposito di essere Groot.

Comunque, fine dello sfogo. Rocket Raccoon sarà scritto e disegnato da Skottie Young (sì, quello delle cover variant) che personalmente adoro. E sto sperando con tutto me stesso che questa serie riesca ad essere all’altezza di quello che I Guardiani della Galassia di Bendis sarebbero dovuti essere, ma che non sono mai stati.

4) Original Sin 0 (Panini)

original sin

Comincia qui il nuovo maxi-evento di MammaMarvel che non riesce a stare un mese senza crossover. La morte dell’Osservatore porterà alla luce alcuni segreti oscuri del passato dei vari eroi, con ripercussioni – si spera – importanti nella loro vita. I presupposti ci sono. I testi di Mark Waid sono una garanzia. I disegni di Jim Cheung pure. Cosa potrebbe andare storto? Un po’ tutto quanto, quindi la parola d’ordine è “cautela”.

Speriamo che questo crossover sia più simile a livello qualitativo ad Infinity che ad Age of Ultron, le cui premesse erano altrettanto buone ma che si è rivelato il peggior ciclo Marvel degli ultimi anni. Sì, anche peggio di Fear Itself.

3) Soil (Panini)

Soil 1

Nella tranquilla cittadina di Soil New Town, nel bel mezzo del niente, due detective vengono chiamati per indagare sulla sparizione improvvisa di una famiglia apparentemente normale. Solo che nulla è come sembra. Ditemi voi se questo breve sunto della trama di Soil, preso qua e là dalla rete, non è sputato a Twin Peaks

Soil 2

Atsushi Kaneko (già autore di B.Q. e di Bambi) ritorna in Italia con questo investigativo dalle tinte soprannaturali dopo anni e anni di assenza. Bisogna ammettere che il suo stile grafico potrebbe risultare un po’ ostico, per quanto personalmente lo trovi affascinante, e che ciò potrebbe allontanare i meno convinti. Tuttavia si sposa bene all’atmosfera del racconto e le pagine iniziali, dalla griglia fissa e senza parole, colgono nel segno suggerendo un silenzio che sa di mistero già da subito.

Soil 3

Non so come dirlo, ma c’è qualcosa di questo fumetto che mi affascina e che mi incuriosisce, e non è soltanto la mancanza di alternative per un genere decisamente poco esplorato nel fumetto giapponese. Ne riparleremo più approfonditamente dopo l’uscita di qualche numero…

2) La Città della Luce (Panini)

città della luce 1

Chiunque legga questo Blog da più di qualche giorno sa quanto apprezzi il lavoro di Inio Asano, un autore che ritengo nitido e brillante. E questo anche nonostante qualche scivolone, come il recente finale di Buonanotte Punpun: scivolone che per quanto mi riguarda non intacca la qualità generale dell’opera, ma di questo riparleremo un’altra volta. La poetica di Asano, narratore di storie tragiche e di personaggi senza redenzione, viene spesso scambiata per un fallimentare tentativo di avvicinarsi al genere slice of life quando invece ha più a che fare con la tragedia teatrale, dove iperboli ed esagerazioni non derivano da una miopia nell’interpretare il mondo circostante, ma da un preciso slancio espressivo. Ma anche di questo è il caso di parlare un’altra volta.

città della luce 3

Questa fugace introduzione all’autore perché… La Città della Luce per quanto mi riguarda è la sua opera meglio riuscita, il suo capolavoro, il manifesto di tutta la sua produzione. Se doveste scegliere una sola sua opera da comprare, o da regalare, o anche solo da sfogliare, io vi consiglierei questa prima di qualunque altra. Perché prende tutto il meglio di Asano e lo condensa in un volume indimenticabile, duro ed intenso ma anche estremamente raffinato. Un volume da possedere assolutamente, da leggere e rileggere più volte.

1) Sandman: Overture (RW Lion)

sandman 1

Ed eccoci arrivati alla prima, obbligata, posizione di questa classifica. E come poteva essere altrimenti? Da quando me lo son visto sulla copertina di Mega ho capito che sul gradino più alto del podio non poteva che esserci Sandman: Overture, prequel del capolavoro di Neil Gaiman. Perché al di là del fatto che l’opera originale è probabilmente il comic più importante del suo decennio, al di là dell’indiscusso talento di Gaiman come narratore, al di là del clamore che questa miniserie ha smosso al suo annuncio… Basta osservarne qualche pagina, magari anche solo una copertina, per capire che questo non è un fumetto come tutti gli altri. Non si può rimanere indifferenti di fronte al fascino di Morfeo e soprattutto non si può rimanere indifferenti di fronte all’immenso talento di James H. Williams III che prende ogni pagina e la rende indimenticabile. Roba che se quelli che dicono che “Orfani è moderno perché ha le splash page” vedessero questi albi gli verrebbe un infarto sul posto: overdose di modernità.

sandman 3

A questo aggiungete che, stando a Mega, dovrebbero ritornare disponibili anche le Deluxe della serie originale e avrete il pacchetto completo: il principe dei sogni entrerà a far parte delle vostre vite. E non potrete più lamentarvi che RW non ripubblica cose uscite per un altro editore.

sandman 2

Unica nota di demerito, o quantomeno di dubbio: il formato di questo prequel. Per quanto sia più che felice di potermi godere Overture mensilmente, come in originale, in spillati da 48 pagine contenenti tutto quello che devono contenere… Una parte di me sperava in un’edizione paragonabile (e archiviabile assieme) alla Deluxe vincitrice del Guanto da Forno d’Oro… Edizione che arriverà di certo, “costringendomi” al doppio acquisto.

Lo so, non mi obbliga nessuno, sono io che ho un problema. E detto questo non mi resta che salutarvi e augurarvi un buon finale d’estate. Noi ci rivediamo tra qualche giorno con la ripresa della normale programmazione. Alla prossima!

(tutte le immagini appartengono ai loro rispettivi proprietari)

Annunci

One thought on “Top10 delle anteprime di agosto

  1. Pingback: I misteri di Soil New Town | dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...