Home » Le anteprime mese per mese » Top10 delle anterpime di febbraio (anche se ormai è marzo)

Top10 delle anterpime di febbraio (anche se ormai è marzo)

Salve a tutti e, finalmente posso dirlo, bentornati. Ho finalmente finito di scrivere la mia tesi di laurea che, scopro adesso, è un po’ come tornare dal regno dei morti. Sono ancora un po’ imballato di cose universitarie da fare, che hanno la precedenza su tipo tutto il resto sennò il mio relatore (come direbbe lui stesso) mi taglia i cabasisi, ma poco alla volta le cose su Dailybaloon torneranno alla normalità. Torneranno le recensioni, più stabilmente, torneranno gli articoli mensili sulle pagine di Concretabook, tornerà un po’ tutto.

cimitero

In questo mese d’assenza forzata, tuttavia, il mondo del fumetto (ed il mondo in generale, a dire il vero) non si è fermato. Aspettatevi a breve un articolo di recap sulle ultime novità, con tutte quelle cose che normalmente avrei quantomeno commentato in tempo reale su Facebook. Per adesso ripartiamo, con molta calma, con la classifica delle novità di questo (o meglio dello scorso mese). È bello esser di nuovo qui, a chiacchierare di fumetti. Grazie d’aver aspettato.

extra) One Punch-Man (Panini Comics)

one punch man

E partiamo al volo con un fuori classifica. Di ‘sto One Punch-Man ne ho sentito parlare fino allo sfinimento, e le cose di cui sento parlare fino allo sfinimento finiscono per sfinirmi. Storia, in soldoni: tizio protagonista di manga shonen è talmente forte che ammazza chiunque con un cazzotto solo. Questo ribalta gli stilemi del genere, caricaturando e pigliando per il culo tutti quei fumetti che sembrano dei gdr su carta. Quei fumetti in cui se inverti l’ordine dei nemici non sei più livellato abbastanza e muori tipo subito.

Interessante? Magari sì, più come esercizio di stile che per altro. Il fatto però che tutti quelli che me ne hanno parlato sono gli stessi che non si perderebbero l’ultima scan di Naruto nemmeno per andare al matrimonio del figlio, e soprattutto il fatto che me ne hanno parlato usando gli stessi termini che usando quando parlando dell’ultima scan di Naruto, mi fa un po’ storcere il naso.

10) Y the last Man (RW Lion)

y the last man - collage

Di Y the last man abbiamo parlato qui quando vinse il Guanto da Forno d’Oro come miglior ristampa (per il contenuto, non certo per la deplorevole confezione editoriale). È un fumetto bello bello, scritto con perizia, con la capacità di farti incazzare ad ogni pagina ma pure di intrattenerti e farti divertire.

Certo che mo’ che ho comprato e letto la versione decolorata dell’altra volta un po’ mi girano e non è che muoio dalla voglia di ricominciare la serie da capo. Quindi consigliato se non l’avete mai letto: ne vale la pena. Ma se avete già l’edizione bonellide… boh, vedete voi. Io lascerei stare, anche solo per dire che no, non spendo due volti per la stessa cosa.

E magari mi servirà da lezione e la prossima volta saprò aspettare la stampa fatta bene.

9) Ut (Bonelli)

ut 1

La fusione distributiva Bao-Bonelli sta cominciando a mostrare i suoi frutti, e la casa editrice di Tex e Dylan Dog è sempre più presente in fumetteria con volumi (più o meno) lussuosi contenenti ristampe o raccolte di serie (più o meno) interessanti.

Ora un passo in più: per la prima volta una miniserie Bonelli sbarca in fumetteria in contemporanea con le edicole. Già questo è un grosso cambiamento d’equilibri di un sistema produttivo che finora aveva guardato alle edicole come al proprio porto preferenziale e alle fumetterie come a una sorta di male necessario.

Per il resto questo Ut si preannuncia interessante, come lo erano state anche le ultime miniserie (Hellnoir in primis). Testi di Paola Barbato e disegni di Corrado Loi. Futuri post-umani fatti di esseri regrediti ai propri istinti primari. Ne riparleremo di certo.

8) Killing is Dying (Rizzoli Lizard)

killing is dying

Di Adrian Tomine non ho, mea culpa, mai letto nulla. E questo è un buon momento per cominciare.

Rizzoli porta in libreria questa raccolta di 6 storie “dark e spassose”, a detta dell’editore, un buon punto antipasto per chi, come me, ha voglia di farsi un’idea dello stile di questo famosissimo autore. E poi la copertina super cool fa il suo dovere, lo ammetto. Peccato solo per il prezzo “importante”, che potrebbe scoraggiare i curiosi meno testardi: 19 euro per 128 pagine non sono mica bruscolini.

7) Kobane Calling (Bao Publishing)

kobane calling

Il volume che raccoglie i reportage a fumetti di Zerocalcare dal medioriente: Turchia, Iraq, Siria. Due dei tre racconti sono quelli che avevano fatto far le code alla gente davanti alle edicole per comprare l’Internazionale manco regalassero soldi. Il terzo, da quanto ho capito, è inedito.

Per quanto, non ne ho mai fatto mistero, non sia un grande estimatore dell’autore romano (per quanto ne riconosca gli innegabili meriti artistici e commerciali), questo è con ogni probabilità un libro appartenente alla categoria dei libri “da avere per forza”. Uno di quei libri che, se sei vivo quando li stampano, non puoi non leggere. Perché quando un autore di prima categoria (che lo si voglia o no) parla da vicino di cose troppo importanti per guardare altrove, semplicemente non si può guardare altrove.

6) Tutto ricominciò con un’estate indiana (Panini Comics)

tutto ricominciò con un estate indiana

Testi di Hugo Pratt, disegni di Milo Manara. Una storia d’impatto, a tratti viziosa nello stile del miglior Manara ma venata dalla malinconica delicatezza dell’immenso Pratt. Lettura piacevolissima e più che consigliata, almeno nell’edizione base economica (si fa per dire). Leggetela d’estate.

5) Knights of Sidonia 15 (Panini Comics)

knights of sidonia

E così, di punto in bianco, Knight of Sidonia giunge al termine. Dell’ultima fatica di Tsutomu Nihei, vincitrice di due Guanti da Forno d’Oro, abbiamo parlato ampiamente qui e qui. E rimango della mia idea: è un ottimo manga, partito forse un po’ in sordina ma che ha recuperato alla grande regalando momenti davvero intensi, sia visivamente che narrativamente.

Eppure che questo sia l’ultimo albo mi prende un po’ in contropiede. Perché avevo la sensazione che ci fosse ancora molto da dire, che il mondo dipinto dalle vertiginose matite di Nihei (per la prima volta così organico e articolato) avesse ancora molto da raccontare. Quindi ora non resta che vedere come quest’epopea giungerà a conclusione, quali saranno le ultime battute di Tanikaze e compagni. Sperando di non trovarsi con un finale monco e sbrigativo.

4) Da quassù la Terra è bellissima (Bao Publishing)

da quassù la terra è bellissima 1

Toni Bruno non lo conosco. A suo tempo non lessi Lo psicopatico domato, perso tra altri mille acquisti possibili, quindi per lui vale più o meno lo stesso discorso fatto per Tomine: c’è sempre una prima volta, e conoscere un nuovo autore è sempre cosa buona.

Da quassù la Terra è bellissima parla di un cosmonauta che non riesce a tornare nello spazio a causa di un trauma subito. Che dire? Il tema “esplorazione spaziale” mi affascina molto, soprattutto quando raccontato esaltando i sentimenti dei protagonisti (vedi per esempio Uchu Kyodai o Planetes). Stiamo a vedere. Intanto qui sotto potete trovare il link per leggere un’anteprima.

3) I Grandi Maestri (Editoriale Cosmo)

il collezionista

La sempre più interessante proposta editoriale dei cosmonauti si arricchisce di questa nuova iniziativa. Ogni due mesi, a prezzo super contenuto, una storia di un grande maestro del fumetto italiano. Si parte con Il collezionista, di Sergio Toppi (che sarà spalmato su due uscite) e poi vedremo cosa ci porterà il futuro.

Un’idea davvero niente male, questa collana: 128 pagine a colori (almeno in questo caso) di gradi classici, in edicola a quattro euro e cinquanta. Il formato bonellide contribuisce a tenere il prezzo di copertina sotto controllo. Speriamo solo che la riduzione di formato non produca già visti effetti di miniaturizzazione eccessiva e che la resa dei colori sia quantomeno accettabile (ché, mi dispiace dirlo, spesso non si raggiunge nemmeno la sufficienza).

In ogni caso iniziativa super interessante, da tener d’occhio.

2) Batman Europa (RW Lion)

batman europa

Chi mi conosce sa che quando sento le parole Batman e Jim Lee nella stessa frase un po’ mi eccito. Non posso farci nulla, son fatto così.

Quindi al secondo posto troviamo Batman Europa, che è esattamente quello che sembra: Batman in Europa. Di questa miniserie si è parlato e riparlato fino allo sfinimento (e le cose che mi vengono ripetute fino allo sfinimento, come detto in precedenza, finiscono per sfinirmi) e finalmente è in arrivo. Grande anno per l’uomo pipistrello, con due must have in arrivo.

E anche in questo caso, come per DKIII, prima gli spillati. Chissà se per opere “fuori continuity” come questa, che si leggono più d’un fiato fino alla fine che poco alla volta mese per mese, ‘sta politica fastidiosissima di farti comprare lo spillato perché “chissà se il volume arriverà mai” paga davvero.

1) From here to Eternity (Shockdom – Mammaiuto)

from here to eternity

E chiudiamo con una graditissima sorpresa. Sorpresa poi… Sapevamo già che Shockdom avrebbe distribuito i titoli del collettivo Mammaiuto: quindi niente sorprese. Però ora che sono veramente qui, bé, c’è da esser contenti. Si parte (a meno che non mi sia perso qualcosa i mesi scorsi, possibilità da non sottovalutare), con From here to Eternity (qui un’anteprima) di Francesco Guarnaccia, che è un tipo davvero davvero tosto. Se riuscite recuperatevi anche il leporello Per sempre altrove/Altrove per sempre, scritto da quell’altro tipo tosto che è Lorenzo Ghetti.

Ottima, davvero ottima notizia l’uscita di questo volume nelle fumetterie: speriamo sia l’inizio di un sodalizio stabile tra una delle case editrici più atipiche del panorama italiano ed un mondo sotterraneo di fumetti fighissimi che la maggior parte della gente manco sa che esistono perché li si trova solo alle fiere in quel padiglione là in fondo oltre i bagni chimici.

(tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari)

Annunci

One thought on “Top10 delle anterpime di febbraio (anche se ormai è marzo)

  1. Pingback: What a month I missed | dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...