Home » Recensioni » Wrong, il fumetto sbagliato al momento giusto

Wrong, il fumetto sbagliato al momento giusto

Ragazzuoli, salve a tutti e bentornati. È arrivata l’estate, giusto? Sbagliato.

Sto pian pianino smaltendo varie letture arretrate, accumulate nel corso dei lunghi mesi invernali, alle quali si sono aggiunti i numerosi acquisti che mi hanno accompagnato lungo il viaggio di ritorno dall’ARF. Uno degli albi che maggiormente mi ha colpito tra quelli recuperati alla bella fiera romana (e tra quelli che ho avuto finora il tempo di leggere) è di certo Wrong, dei ragazzoni di Skeleton Monster.

Wrong_cover

Aneddoto introduttivo. Girando tra gli stand degli espositori presenti all’ARF uno in particolare cattura la mia attenzione. È un banco voluminoso di un gruppo che si fa chiamare Skeleton Monster. Vende un libro solamente, un quadrato bianco di un centinaio di pagine intitolato Wrong, e alcune stampe meravigliose.

monstermanga_werther_web.jpg

Stampe spettacolari tipo questa, di Dell’Edera…

Mi fermo a guardare, mi viene detto che Wrong è la prima raccolta del gruppo in questione, composto da: Antonio fuso, Gud, Emilio Lecce, Stefano Simeone, Giorgio Pontrelli e Werther Dell’Edera. Non credo abbiano bisogno di presentazioni (ma nel caso trovate le schede dei vari autori nel sito del progetto).

skeleton monster

Sarà che ultimamente gli antologici mi prendono bene. Saranno i nomi coinvolti. Sta di fatto che non ho bisogno di altre motivazioni per acquistare il bel volume in questione. Me lo faccio autografare, e Stefano Simeone mi chiede come mi chiamo. “Matteo”, rispondo. Così lui me lo dedica a Piero. Poi tira una riga sopra al nome sbagliato e scrive quello giusto. Mi dice che fa parte del progetto, dell’idea che sta dietro al libro.

wrong_dedica3

Qualche giorno dopo torno a casa, leggo il volume, e scopro che Simeone non mi ha detto una cosa a caso. Quello sbaglio fa davvero parte dell’anima del libro.

Nelle cento pagine che compongono il volume i sei autori già citati, ai quali si aggiungono Lorenzo Magalotti e Fabrizio de Tommaso, si alternano in otto racconti brevi, autoconclusivi, legati tra loro da un unico concetto, un filo conduttore: wrong, parola inglese dal molteplice significato.

wrong_lecce

Un po’ come accadeva in Un ragazzo parte per un viaggio ferisce qualcuno non torna più a casa dei Mammaiuto (altro antologico fenomenale del quale devo trovare il tempo di parlarvi) i racconti che compongono il volume sono legati da un (manco troppo) sottile filo concettuale. Se da un lato questo lascia gli autori liberi di esplorare con la propria sensibilità l’argomento, senza vincoli di coerenza e coesione tra le parti, dall’altro dona un senso di unità e completezza all’opera nel suo insieme, innalzandola a qualcosa di più della semplice raccolta di racconti e rendendola maggiore della somma delle sue componenti prime.

wrong_magalotti

In questo caso il filo conduttore è appunto il concetto di sbagliato, esplorato in lungo e in largo nelle sue varie accezioni: dal malinteso, all’ingiustizia sociale e alla sua conseguente accettazione, al moralmente inaccettabile, alla menzogna. I diversi racconti, diversissimi nell’approccio narrativo quanto nel gusto estetico, sono permeati in maniera più o meno sottile, più o meno evidente, da questo qualcosa di “sbagliato”.

wrong_gud

Il durissimo primo racconto (che forse è il mio preferito, non me ne vogliano gli altri autori), intitolato Infimismo e firmato da Stefano Simeone, urla “sbagliato” a ogni tratto, a ogni vignetta, e setta il tono dell’intero volume preparando il lettore alle pagine a venire. Di lì in poi ci troveremo davanti a un affascinante mix di nonsense ragionato, umorismo (spesso) amaro, disillusa (a tratti forse anche cinica) riflessione e straniamento. Soprattutto straniamento, che è la prima e più forte sensazione che si prova giunti alla fine di una lettura che lascia piacevolmente sbalorditi, sbigottiti su più piani.

wrong_simeone

Sul piano visivo sono stato altrettanto positivamente colpito: i diversi stili dei diversi autori emergono chiaramente e, per quanto non tutti incontrino il mio gusto personale, settano l’asticella su un livello inequivocabilmente eccelso. Non che sia una sorpresa, visti i nomi coinvolti, diciamo più una gradita conferma. Non cambierei una virgola di questo volume, anche nelle sue parti (per me) meno incisive, che trasuda personalità e carisma a ogni tratto, dai tratteggi nervosi di Simeone allo stile più cartoon di Magalotti, dal gusto fantastico di Dell’Edera all’approccio più vicino all’illustrazione di De Tommaso. Wrong è un variopinto collage di stili e gusti che, coralmente, vanno per la propria strada nella stessa direzione a comporre un’antologia densa dal sicuro impatto.

wrong_de_tommaso

In definitiva, Wrong è stato un acquisto fatto quasi per caso. Se non fossi andato all’ARF, o se non mi fossi soffermato quel secondo in più a osservare quel banchetto sconosciuto, magari me lo sarei perso per sempre. E cosa avrei perso!

wrong_pontrelli

Wrong mi ha molto colpito, sia per l’indiscutibilità qualità del contenuto (e del contenente), che per il sottile esercizio di stile e di analisi concettuale che il volume si porta dietro. Non posso che consigliarvi di recuperarlo al più presto e di tener d’occhio i ragazzoni di Skeleton Monster. Chissà cos’hanno in serbo per il futuro.

wrong_fuso

Ah! Un’ultima cosa, e questo è un appunto/consiglio che faccio/do pure a me stesso. La prossima volta che andate (andiamo) a una fiera, fermatevi ad ascoltare quelli che vi propongono le loro autoproduzioni, i loro progetti. Non vogliono vendervi contratti luce e gas pieni di clausole piccolissime e, qualche volta, spuntano volumi di questo livello qua. E perderseli è un peccato. Con questo è tutto. Statemi bene e alla prossima.

(tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari)

 

Annunci

One thought on “Wrong, il fumetto sbagliato al momento giusto

  1. Pingback: Top10 delle anteprime di luglio | dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...