Home » Recensioni » Ekhö: un mondo come il nostro. Circa.

Ekhö: un mondo come il nostro. Circa.

Ragazzuoli, salve a tutti e bentornati. [Spoiler ahead] Bao ha annunciato ufficialmente che il secondo volume di Ekhö è in arrivo, aspettatevi quindi di vederlo nella prossima classifica delle anteprime, dopodomani. [Fine spoiler]. Quale momento migliore per parlare del primo volume della bella serie di Arleston e Barbucci, uscito ormai anni fa?

ekho cover.jpg

Quindi facciamolo. Ekhö, mondo specchio: tenetevi forte che stiamo per entrare in un universo strambo forte.

Formicola Grattuglia e Yuri Podrov sono due sconosciuti capitati per caso vicini di posto in un volo Parigi-New York. Tutto sembra andare liscio fino a quando una specie di furetto/scoiattolo (scopriremo poi che è un preshaun, c’è una bella differenza) appare a Formicola e le dice che è convocata a Ekhö, un mondo parallelo al nostro, per gestire l’eredità della zia Odelaila (solo nomi strambi in questo mondo strambo).

ekho-1

Poco dopo l’aereo precipita e, nel panico, Formicola si aggrappa a Yuri trascinandolo per contatto assieme a sé nella nuova realtà: un universo simile al nostro ma senza elettricità, draghi al posto degli aerei e lucertole per metropolitane. E ovviamente i Preshaun, che sono tipo la razza dominante. I due sono spaesati, si accusano a vicenda, ma non c’è tempo per ambientarsi. Questa ormai è la loro nuova vita e l’avventura ha fretta di cominciare. Così protagonisti e lettore vengono catapultati in un turbinio di inseguimenti, mostri, preshaun, spettacoli di burlesque e possessioni dall’aldilà. Un cocktail mica da poco.

ekho-8

La narrazione di Arleston non tarda a decollare e mantiene un costante ritmo serratissimo, con episodi di 50 pagine densi d’avvenimenti. La meraviglia per questa “versione modificata” della nostra realtà, così simile eppure così diversa, e la tensione per le rocambolesche avventure dei nostri due eroi e dei loro aiutanti dominano la scena. Ma l’autore, dentro ad una struttura smaccatamente verticale, riesce ad inserire uno spunto di trama orizzontale che spinge il lettore a desiderare il prossimo episodio [che finalmente sta per arrivare!].

ekho-3

E poi ci sono di disegni di Alessandro Barbucci che, spero, non ha bisogno di presentazioni. Ben prima di questo volume, di Ekhö spuntò un volumetto (del quale non voglio parlare perché mi sale il nervoso) contenente soltanto il primo episodio in versione “solo matite”. Bello, ma più una chicca per appassionati che avrebbe avuto forse più successo (e più senso) se pubblicato a serie conclusa.

ekho 6.jpg

Perché il disegno di Barbucci giova incredibilmente dell’inchiostrazione e dei colori (in questo caso di Nolwenn Lebreton) che gli permettono di esprimere il suo pieno potenziale. Il tratto si fa più preciso e le tavole più leggibili permettendo al lettore di apprezzare appieno l’abbondanza di dettagli con i quali l’artista dipinge il suo vivo e caotico mondo.

ekho-7

In ogni caso Barbucci rimane sempre lui, riconoscibilissimo con il suo character design smaccatamente post disneyano, la sensualità delle figure femminili, la leggerezza con cui costruisce tavole densissime. Pure senza il suo nome in copertina sarebbe stata chiara l’appartenenza della mano che teneva la mativa. Ed è una mano mica da poco, che non può che piacere. E se non vi piace… bè, avete uno strano senso di cosa è bello e cosa no.

ekho-5

In conclusione (dai che per una volta siamo riusciti a fare una recensione di lunghezza ragionevole), Ekhö è una signora avventura: fresca, divertente, coinvolgente, bella da vedere e da leggere. Non ci troverete il senso della vita, né una disamina sul bisogno di appartenenza, né il significato intrinseco di “sentirsi a casa”, né profonde riflessioni sul linguaggio fumetto e sulle sue meccaniche. Ma non è che si può star sempre a leggere dei mattonazzi concettual-intellettuali e ogni tanto una lettura piacevole, leggera e d’intrattenimento (nel senso più alto del termine) ci sta. Quindi. Consigliato? A questo punto c’è davvero bisogno di chiederlo?

(tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari)

Annunci

2 thoughts on “Ekhö: un mondo come il nostro. Circa.

  1. Pingback: Top10 delle anteprime di settembre | dailybaloon

  2. Pingback: Lo spiegone: settembre 2016 | dailybaloon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...