Lo spiegone: novembre 2016

Ragazzuoli, salve a tutti e bentornati allo spiegone: un breve sommario di fine mese per raccogliere tutti nello stesso posto gli articoli pubblicati negli ultimi trenta giorni. Così non dovete temere di perdervi pezzi per strada.

Dopo esser stato completamente assorbito, lo scorso mese, da BilBOlbul e le sue mille attività, che mi hanno trascinato in un vortice di magia senza precedenti (ne riparleremo), torniamo con lo spiegone giusto in tempo per ripartire a pieno regime nei prossimi giorni.

banner-corona

Quindi, di cosa abbiamo parlato a novembre?

Abbiamo recensito tre titoli It Comics: Il male nero, che mi ha fatto davvero paura, The believers, steampunk complottaro dalle buone potenzialità e Sladkiy, puccettoso ma commovente; è toccato poi a Chrononauts, deludentissima avventuraccia made in Mark Millar, e a Die Wergelder, il ritorno in grande spolvero di un Hiroaki Samura finalmente in forma.

Abbiamo avuto poi il terzo episodio di Commenti un tanto al chilo, nel quale si è parlato di Ut, Diciottovoltevirgolatre, Mater Dolorosa, Archie e, soprattutto, di quel capolavoro incompreso che è Il suono del mondo a memoria.

Ma non è finita qui. A seguito di Lucca vi ho lanciato addosso un po’ di riflessioni su quelle che secondo me sono le criticità più evidenti della fiera del fumetto più importante d’Italia. Ne è scaturita poi una discussione interessante nei commenti, quindi andatevi a ripescare l’articolo che la questione fiere/distribuzione/pedagogia del fumetto è (e sarà sempre di più nei prossimi anni) centrale.

Per la rubrica Da terre lontane abbiamo parlato, questo mese, di Big Questions. Capolavoro assoluto, di quelli che se ne incontrano pochi.

big-questions-cover

Invece il webcomic di questo mese non è esattamente un webcomic (non in senso stretto, almeno): trattasi infatti di Oz di Paolo Massagli, rivisitazione in chiave massagliana del classico della letteratura di Frank L. Baum che troverete l’anno prossimo in edizione cartacea grazie ai tipi di La piccola volante.

oz-cover

Niente classifica delle anteprime, che sarebbe dovuta uscire venerdì. Non ce l’ho proprio fatta. Ma recupereremo presto. Vi lascio, ormai come di consueto, con un’immagine figa, un video altrettanto figo e una playlist di pezzi super fighi che mi hanno accompagnato negli ultimi trenta giorni e che, spero, vi potranno tener compagnia nei giorni a venire. Nonché al fumetto del mese.

Immagine del mese:14690893_1434383413257833_3279851790417547965_n.png

Video del mese:

video.PNG

Playlist del mese:

  1. I believe, Christina Perri
  2. Travel is dangerous, Mogwai
  3. Cold, At the gates
  4. Elk, This town needs guns
  5. 7 billion people all alive at once, And so I watch you from afar
  6. Galvanize, Chemical Brothers
  7. Old school Hollywood, System of a down
  8. Feeling the endless flow, Artificial Waves
  9. Big river man, Overhead, the albatross
  10. Il mondo prima, Tre allegri ragazzi morti
  11. I lie, Torino Vocalensemble
  12. Contact, Daft Punk

Fumetto del mese: Big Questions

big-questions-cover

Al prossimo spiegone!

Annunci

Lo spiegone: ottobre 2016

Ragazzuoli, salve a tutti e bentornati allo spiegone: un breve sommario di fine mese per raccogliere tutti nello stesso posto gli articoli pubblicati negli ultimi trenta giorni. Così non dovete temere di perdervi pezzi per strada.

Se settembre era stato un mese denso, ottobre è stato del tutto folle. In totale vi ho lanciato in faccia, escluso questo che non conta, 13 articoli. Mica male!

Poi per rendere le cose più interessanti la chiusura dello spiegone si fa, da questo mese, più ricca di figosità. Oltre ai consueti fumetto e immagine del mese, vedrete quindi anche 1) un video (che per ora vorrei fosse sempre d’animazione, ma vediamo) e 2) non una canzone ma addirittura un’intera playlist che potete andarvi a pescare su Spotify.

Si dia quindi inizio allo spiegone. Partiamo ricordando brevemente che, questo mese, Dailybaloon ha toccato i 300 articoli pubblicati. Mica male. Poi abbiamo recensito, nell’ordine: l’oscura trilogia dei Paperi dei Rincione Bros.; Una gru infreddolita, duro ma a tratti freddo spaccato di vita di una delle figure più caratteristiche del Giappone che fu; Manzone, il nuovo delirante e spettacolare fumetto di Ugo Schiesaro pubblicato da/con Delebile; Paper Girls, una storia un po’ anni ’80 un po’ no di un non così convincente Brian K. Vaughan; Horses, ultima avventura crepuscolare di Nicolò Pellizzon; La terra dei figli, l’ultimo capolavoro di Gipi.

Per la collana Da terre lontane… abbiamo ripescato Breathers, un bel racconto da un mondo in cui l’aria è velenosa e per uscire fuori serve un respiratore/maschera antigas. Il nostro appuntamento con il fumetto digitale ha visto invece protagonista ERCcOMICS, un interessante progetto di divulgazione scientifica a fumetti.

Abbiamo parlato dei super saldi Coconino con un po’ di consigli per gli acquisti e abbiamo guardato alle migliori novità presentate nei vari cataloghi.

Infine, in occasione del lancio del secondo numero di Millennials (eletto fumetto del mese di settembre), c’è stata una bella intervista con Lorenzo Ghetti e Claudia Nùke Razzoli. La potete trovare sia in italiano che in inglese.

banner-ghetti-nuke-small

Fumetto del mese: La terra de figli

Immagine del mese: vignetta presa da un vecchio reportage a fumetti da Lucca fatto da Emanuele Rosso. Anche se è passato un po’ di tempo questa scena mi fa sempre ridere.

spiegone-ottobre

Playlist del mese

Video del mese

Al prossimo spiegone!

Lo spiegone: settembre 2016

Ragazzuoli, benvenuti allo spiegone. Un breve sommario di fine mese per raccogliere tutti nello stesso posto gli articoli pubblicati negli ultimi trenta giorni. Così non dovete temere di perdervi pezzi per strada.

Settembre è stato un mese super denso e abbiamo parlato di un sacco di cose. Quindi partiamo.

A settembre abbiamo recensito: SnowpiercerKilling and DyingMillennialsI pesci non hanno sentimentiEkhö La medusa.

Abbiamo poi introdotto due nuove collane speciali: Da terre lontane e (di nuovo) la rubrica sui webcomics. La prima guarda a fumetti non ancora tradotti in italiano, e questo mese è toccato a Monstress. Mentre per la seconda abbiamo chiacchierato di Headless Bliss.

E poi l’immancabile classifica delle anteprime, per quelli di voi che sono in cerca d’ispirazione per gli acquisti.

Direi che è tutto. Concludo con…

Fumetto del mese: Millennials.

Immagine figa del mese: la copertina del sesto volume di Ut da libreria.

Canzone del mese: Yesterday was hard on all of us, dei Fink.

utsandoval

Al prossimo spiegone!