Golem, una luminosa distopia

L’economia italiana ai è allineata con i parametri mondiali, con l’abbandono dell’Euro e l’adozione dello Pseudo, una moneta unica per l’Eurasia: una garanzia di pace internazionale e stabilità. Anche i beni primari, come il cibo e la salute, sono diventati un certezza.

Ognuno di noi può permettersi una delizia Zibò. La fame non esiste più! perfino cucinare, con tutti i pericoli e i costi che comporta, è un ricordo lontano, tanto si sono evoluti i servizi di ristorazione.

Abbiamo accesso a terapie per i tumori infantili che solo poco tempo fa sarebbero state impensabili… grazie alla Nanonine, con le sue rivoluzionarie cure nanotecnologiche. Un orgoglio italiano.

Com’è stato possibile? Con l’amore. L’amore innato di un padre verso il figlio, di chi sa sempre cosa è meglio per lui. Non dobbiamo dimenticare mai che l’Italia è quindi, prima di tutto, una Repubblica Democratica basata sull’amore. Buon anno.

golem 1

Salve a tutti e bentornati per la nostra recensione mensile sulle pagine di Concretabook. La graphic novel di questo mese si intitola Golem, è scritta da LRNZ, ed è un capolavoro. Questo volume sorprendente, uscito a inizio anno ed arrivato già alla prima ristampa, rischia di essere il fumetto dell’anno anche se l’anno, alla fin fine, è appena cominciato. E questo non per via di una mia mancanza di fiducia per un 2015 che ha tutte le carte in regola per essere un anno di fumetti indimenticabili, ma perché Golem è davvero davvero bello. Uno di quei lavori come se ne vedono pochi, dei quali ricordarsi nei giorni a venire.

golem 7

Trovate la recensione completa, come al solito, a questo indirizzo. Leggetela e poi leggete anche Golem, non ve ne pentirete.

Annunci