La Crociata, l’amarezza

Nutrivo particolari aspettative per questo primo volume della serie La Crociata. In realtà non so bene perché, certe volte un albo ti ispira e basta. Di certo in parte è stato a causa della piacevole sorpresa che è stata Konungar che mi ha spinto a provare questo genere di narrativa, in parte perché mi è sempre piaciuta la tipica iconografia delle opere che si rifanno a questo periodo storico: i cavalieri templari, la sabbia, Gerusalemme… Da quello che avevo capito la trama doveva essere una mezza via tra il romanzo storico, accurato e verosimile, e il racconto fantasy, con mostri e magia: insomma, una roba a metà tra Kingdom of Heaven (il film di Ridley Scott che onestamente ho apprezzato moltissimo) e una mitologia, passatemi il termine, “tolkeniana”. Cominciavo già a pensare che il mix sarebbe stato davvero intrigante, cosa poteva andare storto? Continua a leggere