Un nuovo mondo per gli orfani di Roberto Recchioni

Siccome finora non ho avuto il tempo di leggere praticamente nulla delle millemila cose riportate da Lucca, rimandiamo quella carrellata di recensioni e commenti ancora per un po’, e facciamo finta che siamo davvero tornati alla normalità. E siccome è iniziata la terza stagione di Orfani, e della seconda non abbiamo ancora mai detto nulla, parliamo di questo.

nuovo mondo 1

Vi avviso già che ci saranno spoiler sul finale della seconda stagione. Se avete visto la copertina del primo numero di Nuovo Mondo (questa qui sopra), un’idea ve la sarete fatta, ma in ogni caso siete avvisati: se non volete anticipazioni e siete indietro con la lettura (magari perché seguite l’edizione Bao, che si fa più bella a ogni albo, mi tocca ammettere) questo è il momento migliore per smettere di leggere.
Continua a leggere

Orfani, una nuova serie di una nuova Bonelli?

orfani-1-bonelliVi avevo promesso la Top15 di ottobre ma, purtroppo, questa dovrà aspettare ancora qualche giorno. Perché prima dobbiamo come annunciato tornare a parlare della nuova testata edita da Sergio Bonelli Editore. Orfani. Ne avevamo parlato nel corso del report del Romics, durante il quale avevo riassunto più o meno brevemente quanto era uscito dalla conferenza di presentazione. Sommariamente. Il nutrito cast di autori e compagnia bella che la casa editrice aveva schierato sul palco, dimostrando di puntare non poco sul progetto, aveva battuto più di tutti sul termine “innovazione”. La missione doveva essere “riavvicinare (avvicinare, correggerei io) il pubblico giovane al fumetto italiano”. Lasciando peraltro intendere che il fumetto italiano sia quello bonelliano e null’altro, ma tralasciamo. Sempre nel report del Romics illustravo le mie perplessità sull’iniziativa e sulla conferenza in sé, promettendo di tornare sull’argomento non appena fosse uscito il primo volume. Con un paio di giorni di ritardo (mi scuso) sono riuscito a metterci le mani sopra e quindi eccomi qua. Bonelli avrà mantenuto le promesse? Le sarà finalmente tato possibile uscire da quel loop editoriale che la attanaglia da decenni? Vediamo. Continua a leggere