Top10 delle anteprime di agosto

Salve a tutti e bentornati, dopo questa settimana di pausa lontano dalla rete, nella nostra classifica delle novità che anche questo mese si sono rivelate numerose ed interessanti. Con tanto di notizia bomba finale. E chi segue la pagina Facebook di Dailybaloon sa già a cosa mi riferisco. Quindi bando alle ciance e partiamo lasciando ogni indugio in questo viaggio che parte, come sempre, dalla decima posizione. Pronti, via!

BANNER2 Continua a leggere

Annunci

Storia dell’Universo Marvel parte 6 e ½: Civil War

Come promesso ecco qua la seconda parte dell’articolo riguardante Civil War, nella quale daremo un’occhiata alle varie testate regolari che hanno prestato le loro pagine ai numerosi side-events del crossover principale e cercheremo di buttare giù, più o meno alla buona, un ragionevole ordine di lettura. Continua a leggere

Storia dell’Universo Marvel parte 6: Civil War

Ci eravamo lasciati con House of M quasi due mesi fa, e mi scuso dell’enorme ritardo nella scrittura del presente articolo. Purtroppo, tra impegni universitari e amenità varie, questo giro ho fatto il passo più lungo della gamba e ho cercato (sbagliando completamente a calcolare i tempi) di rileggermi l’evento di cui andiamo a parlare con tutti i sotto-eventi collaterali apparsi sulle testate satellite. Ci ho messo troppissimo tempo e me ne scuso, anche se per motivi logistici non posso escludere che ritardi simili si ripetano nei prossimi articoli della serie Storia dell’Universo Marvel. Cioè, per dirla più francamente, tempo di non riuscire a mantenere da qui in avanti la cadenza regolare di un articolo a settimana. Mi spiace. Ma cominciamo.

CIVWAR007_100

Come dicevo ci eravamo lasciati, quando ancora non faceva così caldo, parlando dello stupendo House of M, di Bendis e Coipel. Ora è tempo di proseguire e di dare un’occhiata alla saga principe del mondo Marvel moderno: Civil War. Vista la mole di volumi che la compongono che, per questa volta, ho deciso di recuperare (quasi) per intero questo articolo avrà una struttura un po’ diversa dagli altri: nella trama racconterò “solo” gli eventi principali, cercando di non dilungarmi troppo su side-events relativi a singoli personaggi, mentre nel commento cercherò di essere un po’ più esaustivo. Arriverà poi una seconda parte dell’articolo con il running order, l’ordine di lettura, della serie che consiglio di seguire nel caso si intenda approcciare questa bella opera, e lì scriverò due righe di commento sull’edizione italiana e sulla sua reperibilità. Quindi non ci resta che cominciare, buona lettura! Continua a leggere

Analisi: Anteprima di giugno 2013 – Panini

“Festeggiamo 600 uscite de L’Uomo Ragno con l’edizione italiana di Amazing Spider-Man #700, 52 tavole con l’apice del lavoro di Dan Slott e Humberto Ramos.” La sezione Marvel di questo numero di Anteprima si apre con queste parole. L’apice del lavoro di Dan Slott e Humberto Ramos. Un totale di 8 diverse cover per celebrare… cosa? Bella domanda. Chi mi segue da più di qualche minuto ormai ben conosce la mia opinione sulla “questione Dan Slott”. Ricapitolando. Quello che Anteprima “celebra” con questo numero del ragno è la conclusione di un ciclo talmente brutto per il quale alcuni simpaticoni (che bisognerebbe trovare e ammanettare) hanno perfino minacciato di morte lo stesso Slott. Non si capisce bene se questa esuberanza di cover alternative sia per celebrare la presunta importanza del suddetto ciclo, o siano più semplicemente una festa perché è finito. Continua a leggere

Storia dell’Universo Marvel parte 1: Secret War

 

Ho deciso di cominciare la nostra run nella storia dell’Universo Marvel con questa saga, anche se non è propriamente un maxievento, per vari motivi. Sarebbe andato bene anche partire da Vendicatori Divisi, che è di fatto l’inizio della cronologia Marvel giunta fino ad oggi (non che prima non ci sia stato nulla, solo che i riferimenti si sono pian piano persi); tuttavia questo Secret War segna praticamente lo sbarco di Brian Michael Bendis come scrittore Marvel di punta per quanto riguarda i crossover; mi sembrava quindi giusto cominciare da qui e dare un occhio al suo primo lavoro in questo campo, visto che di lui sentiremo parlare spesso.

Continua a leggere

Considerazioni preliminari su Marvel Now!

È da pochissimo uscito questo volume dal titolo incredibilmente altisonante Marvel Now! Prologo – l’inizio di una nuova era. Dato che il reboot Marvel è l’hot topic del momento volevo spendere due parole preliminari sull’argomento partendo da questo volume che, devo ammettere, non mi è dispiaciuto troppo. Intendiamoci: non è nulla di che, non aspettatevi da questa cinquantina di pagine nulla di più di un insieme (ristretto ad essere onesti) di anteprime tenute insieme da un collante un po’ scontato. Però per essere un’anteprima è fatta bene, e suscita interesse nei punti giusti. Quindi diamo un’occhiata generale, partendo dalla copertina.

La copertina presenta un po’ tutti i personaggi che faranno parte del reboot, e bisogna ammettere che alcuni sono davvero ben caratterizzati. Togliendo quelli uguali al solito, Cap, Spidey et al, ci sono: Cable in versione carnosa; Iron Man con l’armatura figa; il nuovo Nova; Thor costume nuovo che qui sembra figo ma sulla sua testata insomma e soprattutto Ciclope, con il costume più bello della sua carriera, sicuramente non convenzionale né classico, ma di grande impatto. Finalmente riescono a dare al mutante un costume che non sia una tutina. Figo davvero.

Ora parliamo di contenuti. Il collante di cui parlavo prima è: c’è un tizio che viene dal futuro. E cosa fa un tizio che viene dal futuro? Quello che farebbe chiunque se venisse dal futuro, gioca in borsa fino a farsi arrestare dallo S.H.I.E.L.D. che lo fa parlare con il nuovo Nick Fury e con il nuovissimo agente Coulson, messi lì per due soli motivi: creare un collegamento con l’universo cinematografico e dare significato al seguito di Fear Itself. Insomma sto tizio venuto dal futuro racconta delle cose, delle anticipazioni su alcune delle testate che vedremo nei prossimi mesi. La migliore a mio avviso è Guardiani della Galassia, che si apre qui con le origini di Peter Quill alias Starlord, se la qualità rimarrà quella del ciclo di Dan Abnett questa serie sarà a dir poco fenomenale. Mi è piaciuto abbastanza anche Cable in versione umana che leggeremo su Incredibili X-Men. Grossissima delusione per Nova, che disegnato da McGuinnes sembra la versione per bambini di Lanterna Verde anche se i testi di Jeph Loeb sono grandiosi come sempre.

Orribile Ant-Man, anche se non mi aspettavo granchè, e perplessità su Loki che “riunisce i Vendicatori”. Insomma, qualcosa di buono c’è, e staremo a vedere come il tutto evolverà nei prossimi tempi. Il volume di per sé non è male ma non mi ha rivelato niente di nuovo. Per concludere, di queste testate mi sento di consigliare Guardiani della GalassiaNova anche se con riserva (soprattutto sui disegni) e Cable e la X-Force. Per un giudizio sulle altre bisognerà aspettare un altro po’.

(tutte le immagini appartengono ai loro rispettivi proprietari)