Suicide Club, ovvero il Furuya che non vogliamo

La citazione questo giro me la sono dimenticata, perdonatemi.

suicide club cover

Salve a tutti e ben tornati. Di recente ho avuto modo di leggere Suicide Club, manga di Usamaru Furuya, che avevo quasi dimenticato nello scaffale delle cose “da leggere a tempo debito”. Quando a giugno ne venne annunciata la pubblicazione, questo volume si piazzò al sesto posto della classifica delle anteprime: l’argomento era di certo molto interessante ma, al contempo, il mio rapporto d’amore-odio con l’autore non mi faceva star tranquillo. Furuya infatti spesso si trova per le mani delle idee interessanti, ma ben di rado riesce poi a portarle a termine come dovrebbe. Sette mesi e centosessantacinque pagine dopo sono finalmente pronto a dare un, per quanto perplesso, giudizio. Continua a leggere

Annunci