Home » Le anteprime mese per mese » Analisi: Anteprima di giugno 2013 – Altri editori

Analisi: Anteprima di giugno 2013 – Altri editori

Come forse alcuni di voi avranno notato, il mese scorso ho saltato a piedi pari l’articolo riguardante le novità degli editori non-Panini e non-RW. Il motivo è molto semplice: l’assoluta assenza (con un’unica eccezione) di qualsiasi cosa che valesse la fatica di scriverci sopra due righe mi aveva fatto passare la voglia di mettermi d’impegno. Così, un giorno dopo l’altro, siamo arrivati a giugno con un nuovo numero di Mega e un nuovo numero di Anteprima, ma soprattutto con qualcosa di serio di cui parlare. Quindi iniziamo subito a dare un’occhiata alle novità, partendo da quell’unica eccezione che compariva nel Mega di maggio.

Non è certo la casa editrice italiana più imponente né la più antica, tuttavia negli ultimi mesi la Bao Publishing mi sta davvero stupendo: pubblica una grandissima quantità di opere sopraffine, con una qualità tipografica incredibilmente alta, a dei prezzi più che ragionevoli. Alla Bao dobbiamo infatti il merito, per citarne solo alcune, di aver pubblicato (e tenuto disponibile, cosa non da poco) capolavori come Bone di Jeff Smith, il Neonomicon di Alan Moore e Jacen Burrows, Sky Doll della Canepa e Barbucci, Saga di Vaughan e Staples… Nessuno di queste pietre miliari dovrebbe mancare dalla libreria di un appassionato, avete sentito bene: nessuna. E ora è il turno de La Lega degli Straordinari Gentleman, la controversissima opera di Alan Moore e Kevin O’Neill. Quando Moore la propose all’allora editor Rob Liefeld gli venne sbattuta la porta in faccia, e il film che ne fu successivamente tratto è probabilmente il motivo per cui il buon vecchio Alan ci odia tutti (fidatevi, ci odia: odia me, odia tu che mi stai leggendo, odia chi lo idolatra… Odia chiunque e un giorno ci ucciderà tutti). Ma nonostante tutto La Lega degli Straordinari Gentleman è un capolavoro di quelli che solo lo sciamano di Northamton può partorire, e come tale va acquistato e letto. Quindi i miei ringraziamenti vanno alla direzione della Bao Publishing per aver strappato dal dimenticatoio dell’apparentemente morente Magic Press questa serie imprescindibile e per averla pubblicata in volumi (credo mensili) da 200 pagine a 20 euro. Come dicevo prima: opere sopraffine, prezzo contenuto.

Rimaniamo in casa Bao con la prima ristampa di I Kill Giants, di Joe Kelly e Ken Niimura, originariamente pubblicato in Italia (sempre da Bao) nel 2010 per andare subito esaurito. All’epoca non ero particolarmente interessato a questo genere di narrativa ragion per cui probabilmente nemmeno mi accorsi della sua esistenza, a leggerne la trama ora tuttavia sembra più che interessante. Da quanto ho capito si tratta di una ragazza, Barbara Thorson, che è l’unica a possedere il martello in grado di uccidere i giganti, nel caso attaccassero la terra, in una vicenda a metà tra reale e metaforico. Sembra davvero figo. L’unica cosa che voglio aggiungere è: lasciate stare la copertina alternativa di Zerocalcare, per l’amor del cielo. Concludiamo questa carrellata targata Bao Publishing (non mi stancherò mai di ripeterlo, questa è la casa editrice del momento) con Hellraiser – Capolavori. Se devo essere onesto non conosco bene il tizio con la faccia a puntaspilli creato da Clive Barker ma i nomi che compaiono in questa antologia meritano un’occhiata anche dai non-fan dell’horror (come me): stiamo parlando di Barker stesso, uno dei Wachowski brothers, Mike Mignola, Gaiman e McKean, Alex Ross, Kevin O’Neill… Insomma uno di quei volumi all star che va almeno considerato.

Passiamo oltre e arriviamo alla Comma 22, casa editrice minore e purtroppo pressoché sconosciuta (vi sfido ad affermare il contrario). Qualche tempo fa feci un salto nel buio e acquistai un certo Notturno, fumetto argentino del talentuosissimo (l’avrei scoperto poco dopo, leggendo la sua opera) Salvador Sanz. Ci sono parecchie cose che si potrebbero dire di quell’albo, sempre della Comma 22, e magari prima o poi ci scapperà una recensione, ma la prima è di certo l’immenso talento grafico di Sanz. Lo splendido character design unito a un impeccabile padronanza del contrasto nero-bianco rendevano Notturno una meraviglia per gli occhi, un fumetto di atmosfera più che di trama. Non mi aspetto nulla di meno da Legione, nuova opera di Sanz che vi consiglio senza pensarci due volte nonostante il prezzo esorbitante (10 euro per 48 pagine sono una follia). Seriamente, pochi disegnatori hanno la potenza visiva di Sanz, vale la pena concedergli una possibilità.

Cambiando argomento, come al solito la Star Comics non propone nessuna novità interessante: esce il nuovo numero di Uchu Kyodai e, dopo non so quanto tempo, il numero 45 di Oh, Mia Dea! ma per il resto nebbia. Strano…

Chiudiamo con la Renoir, altra casa editrice ingiustamente poco considerata, che ci propone due opere scritte da Kurt Busiek e disegnate da Stuart Immonen. SuperStar e Shockrockets. Come nel caso di Hellraiser il nome Kurt Busiek (Marvels, Astro City…) dovrebbe essere sufficiente.

Bene. Con questo ho finito le anteprime di questo mese, spero vi siano state utili e che vi siate divertiti a leggerle. Buona giornata e alla prossima!

(tutte le immagini appartengono ai  rispettivi proprietari)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...